P2P lending: il prestito nell'era dei social - 2a parte | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

P2P lending: il prestito nell'era dei social - 2a parte

Seconda parte dell'intervista a Francesco Sacco, economista, con cui stiamo affrontando il tema del P2P lending, o social lending: parliamo della versione 2.0 del prestito tra privati cittadini, dove una piattaforma internet funge da intermediario e si occupa di verificare il merito creditizio di chi fa domanda, di ridistribuire i rischi tra i prestatori e, se necessario, di procedere al recupero crediti.

Come abbiamo visto si tratta di un fenomeno in grande crescita, che ha fatto registrare un volume di scambi di 111 miliardi nel 2015, ma che in Italia è appena agli inizi, complice anche lo stop subito nel 2009 per fare chiarezza sulle regole.

Tuttavia, da quando è stato reintrodotto, il P2P lending sta crescendo rapidamente anche qui, con tassi del 30-40% e con la certezza che da lì non potrà mai venire la prossima crisi sistemica del credito.

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast