Rifinanziare la cassa integrazione in deroga: il primo impegno per il nuovo ministro del Lavoro | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Rifinanziare la cassa integrazione in deroga: il primo impegno per il nuovo ministro del Lavoro

Tra le prime questioni che il nuovo ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, è chiamato ad affrontare c'è senz'altro quella degli ammortizzatori sociali, e in particolare il rifinanziamento della Cassa integrazione in deroga. Istituita nel 2004, è destinata ad alcune categorie di aziende, e in molti casi costituisce l'"ultima spiaggia" quando vengono superati i limiti di durata della cassa ordinaria e straordinaria (36 mesi nell'arco di un quinquennio). I 200 milioni stanziati dal governo a inizio anno, però, non saranno sufficienti a fronteggiare il costante aumento di Cassa integrazione in deroga, pari al 147% solo per il mese di marzo.

Salvadanaio, in un nuovo "martedì del lavoro", spiega questa emergenza agli ascoltatori, illustrandone con l'aiuto dei suoi esperti le possibili soluzioni. Debora Rosciani ne parla con Maria Carla De Cesari, Il Sole 24 Ore, con l'Avv. Giampiero Falasca,giuslavorista ed esperto per Il Sole 24 Ore e con Alessandro Rota Porta, consulente del lavoro.

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast