Se i vecchi "terùn" diventano i nuovi barbari sognanti della Lega | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Se i vecchi "terùn" diventano i nuovi barbari sognanti della Lega

Pontida - Aiutati dal richiamo di mozzarella e 'nduja, i gazebo del profondo Sud a Pontida attirano anche chi veniva fin dalle edizioni dell'invocata secessione. Ma di quel passato ora non restano che cimeli, come il suono delle cornamusa. Perché quella che il leader Matteo Salvini invece prospetta, nel raduno dei record, è una Lega che non solo varca i confini del Nord, ma punta ad una dimensione internazionale. Così il "sacro prato" diventa l'emblema della trasformazione del nuovo Carroccio, sintesi delle ragioni che l'hanno portato a sfondare anche ben al di sotto del Po'. Nelle delusioni dei vecchi partiti. Nell'imporsi di vecchie e nuove questioni: dall'accoglienza dei migranti, al tema della sicurezza, alle motivazioni economiche. E ora col vento in poppa, la Lega sembra insidiare sia gli alleati del centrodestra, sia quelli di Governo.
di Raffaella Calandra

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast