Stop al numero chiuso all'università Statale di Milano. Ma mancano i finanziamenti per aprire a tutti gli studenti | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Stop al numero chiuso all'università Statale di Milano. Ma mancano i finanziamenti per aprire a tutti gli studenti

L'università Statale di Milano rinuncia al ricorso contro la sentenza del Tar sul numero chiuso per le facoltà umanistiche. Dunque al via regolarmente le immatricolazioni per quest'anno. Il Tar il 31 agosto aveva accolto il ricorso contro l'introduzione del numero chiuso nelle facoltà umanistiche all'università Statale di Milano. Ci si aspettava a questo punto un ricorso al Consiglio di Stato da parte dell'ateneo. Ma intanto che fare di questi ragazzi che avrebbero dovuto partecipare ai test quest'anno e che fra qualche giorno avrebbero iniziato a frequentare le lezioni con il rischio che poi il Consiglio di Stato avrebbe poi potuto anche decidere di reintrodurre nuovamente i test?
L'università si è messa una mano sulla coscienza e ha rinunciato al ricorso al Consiglio di Stato. Al via dunque le iscrizioni per quest'anno. C'è tempo fino al 16 ottobre, il rettore Gianluca Vago rimanda al giudizio di merito la difesa delle proprie posizioni sul numero chiuso. Posizioni che non cambiano, ma che in questo momento vogliono tutelare l'interesse degli studenti.
Insomma università stritolata fra regole che prevedono obblighi fra loro in contraddizione, una posizione non facile per i rettori.
Intanto l'Unione degli studenti, che aveva promosso il ricorso al Tar, non considera affatto chiusa qui la questione. Carlo Dovico, dell'Unione degli studenti di Milano, insomma, battaglia vinta, ma non la guerra.
In attesa di capire cosa succederà alla Statale di Milano, alziamo lo sguardo sul resto dell'Italia perché in realtà ci sono già altri atenei che da anni operano in regime di numero chiuso per le facoltà umanistiche, per esempio Trento, Salerno, Perugia e Bologna.
Università che a questo punto potrebbero dover fronteggiare nuovi ricorsi. Il timore esiste, ci conferma il rettore dell'università di Trento Paolo Collini.

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast