La solitudine delle Case Bianche, tra topi e degrado. Aspettando il Papa | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

La solitudine delle Case Bianche, tra topi e degrado. Aspettando il Papa

Ora sono comparse pure le telecamere al Lotto 64. I cassonetti sono vuoti, almeno davanti alla cappella della Madonnina. E pure la carcassa di un'auto bruciata è stata rimossa. Ma "se non venisse il Papa - contestano gli abitanti - sarebbe rimasto tutto lì. Per una vita".
Benvenuti nelle Case Bianche di via Salomone, dove il resto di Milano non entra. E la fatica di vivere aumenta coi piani.
Si respira un disagio profondo, che alimenta una rabbia che non esclude nessuno. E su cui invece in molti soffiano. Un disagio a cui ogni giorno la Caritas prova a rispondere, portando la spesa a chi non può muoversi, accompagnando in ospedale o alla posta i più anziani e soprattutto aprendo ogni pomeriggio le porte di un punto di ritrovo, unico fondamentale spazio di socialità in mezzo al niente. Qui il citofono squilla di continuo, come di continuo vibra il cellulare di Giorgio Sarto, 73 anni e un ambrogino d'oro alla normalità, per un'intera vita vissuta da volontario Caritas qui. "Sono sorte al posto delle case minime, edilizia popolare di epoca fascista, per le fasce più deboli. Purtroppo, sono nate come ghetto e sono rimaste un ghetto", ammette.
Un ghetto, che potrebbe avere almeno ascensori funzionanti. Tetti senza infiltrazioni e più pulizia, per tener lontani i topi. E in fondo è questo il primo miracolo che gli abitanti delle Case Bianche vorrebbero da Papa Francesco. Che sembrino un po' meno un ghetto questi casermoni, dove i ragazzi rinunciano presto a sognare. E lasciano la scuola appena possibile. Per poi ritrovarsi nel parcheggio col corpo tatuato e gli occhi che lampeggiano rabbia.

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast