Staffette d'oro: quando eravamo i re del fondo | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Staffette d'oro: quando eravamo i re del fondo

Martedì 22 febbraio 1994, Lillehammer; 19 febbraio 2006, Torino. Due gemme, due giornate indimenticabili non solo per lo sci di fondo, ma per l'intero sport italiano. L'Italia trionfa nella staffetta 4 x 10 km maschile, la prova regina delle Olimpiadi. Un doppio oro che entra nella leggenda. Emozioni che riviviamo oggi, sperando di poterle rivivere al più presto, grazie a nuovi campioni. 200mila spettatori accorsi per celebrare il trionfo dei padroni di casa, i fenomenali norvegesi. E invece, in una volata che è ormai mito, a Lillehammer è il quartetto azzurro a conquistare il gradino più alto del podio nella soleggiata mattinata di Lillehammer. Maurilio De Zolt, Marco Albarello, Giorgio Vanzetta, Silvio Fauner. Questi i nomi dei nostri moschettieri. De Zolt, 43 anni, tiene alla grande in prima frazione, Albarello e Vanzetta lottano alla pari con gli scandinavi, poi in ultima frazione tocca proprio a Fauner, che deve vedersela con l'asso norvegese Bjorn Dhaelie. La volta del campione di Sappada è un capolavoro, e per gli azzurri è oro.

Passano dodici anni, e i padroni di casa siamo noi. Sulle nevi di Torino2006 troviamo un altro quartetto da favola. Albarello, oro a Lillehammer, è il direttore tecnico di Bubu Valbusa, Giorgio di Centa, Pietro Piller Cotter e Cristian Zorzi. Stavolta niente sofferenza, ma solo gioia: Piller Cotter in terza frazione è autore dell'allungo decisivo, che lancia Zorzi verso la trionfale passerella finale. E una settimana dopo Di Centa, fratello di quella Manuela che era stata la grande dominatrice proprio delle gare di Lillehammer '94, concede un bis straordinario, conquistando l'oro anche nella 50 km individuale.

La regia è a cura di Paolo Corleoni

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast