La sconfitta di piazza Verdi, cuore off limits di Bologna | Radio24
Ora in diretta

Condotto da

per ascoltare i contenuti multimediali
installa adobe flash player

Rating:

La sconfitta di piazza Verdi, cuore off limits di Bologna

A Bologna, i libri diventano anche barricate. E pretesti. Pretesti per scontri che evocano altre stagioni. In una piazza divenuta negli anni una zona franca, un problema, un emblema di un conflitto tra parti del mondo antagonista e istituzioni. Spaccio, bivacco, violenze. Piazza Verdi, cuore della città universitaria, è da tempo una zona "controllata" da gruppi antagonisti che durante gli scontri con la polizia – innescati dall'introduzione dei tornelli alla biblioteca 36 di via Zamboni - hanno letteralmente innalzato barricate. A "protezione del loro territorio, hanno urlato. E l'unico paragone è con gli ultras di certe curve", ci dice chi da anni vive lì. E chi ha denunciato la situazione, anche dentro l'ateneo, come i bibliotecari sono stati minacciati. Bologna convive a fatica con la sua anima universitaria, anche se su di essa poggia parte della sua economia. "Il 77 non c'entra, sono delinquenti", tuona il sindaco, mentre la Procura valuta la contestazione dell'associazione a delinquere ad alcuni antagonisti. Ma il 77 ritorna in continuazione, in una città che si prepara anche a ricordare il 40esimo anniversario dell'uccisione dello studente Francesco Lo Russo.

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast