Dall'asilo nido alla palestra. Come vivere meglio con il welfare aziendale | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Dall'asilo nido alla palestra. Come vivere meglio con il welfare aziendale

Un viaggio nel welfare del nostro paese: tradotto in italiano il termine in inglese vuol dire semplicemente benessere ma applicato in azienda sta diventando la soluzione concreta per bilanciare vita e lavoro. E aumenta motivazione e produttività, a beneficio di imprese e lavoratori. Come? Grazie ai piani di welfare messi in piedi da una singola azienda o ai piani territoriali che nascono da una rete di imprese anche piccole e medie. Con i dipendenti condividono un paniere di welfare in cui entrano una varietà di beni e servizi sostanzialmente esentasse o scontati fiscalmente per gli imprenditori, a prezzi agevolati per i lavoratori: dagli asili nido, al check up gratuito, alla palestra, alla possibilità di donare permessi e ferie tra colleghi in difficoltà. Ma un dipendente su quattro in Italia non conosce i piani di welfare. Le aziende però stanno investendo sempre di più in piani di welfare su misura, come dimostra il Welfare Index Pmi che ha intervistato ben 3427 imprese che già lo fanno. E i dati parlano chiaro: ci credono otto aziende su dieci secondo OD&M Consulting, il 44% ha già un piano welfare, il 41% lo farà nel 2017. Bisogna ancora convincere proprio i dipendenti, che non si tratta di riduzione dei costi (lo pensa il 59,7% di loro), ma di motivazione e produttività (lo pensa il 58,9% delle aziende). Al di là delle parole, i fatti: vediamo esempio per esempio quali sono le istruzioni per l'uso e che cosa si può scegliere tra le idee di welfare aziendale. Per vivere meglio l'azienda.

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast