Cake design e pasticceria, dolci buoni anche per l'industria italiana | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Cake design e pasticceria, dolci buoni anche per l'industria italiana

Cake design, pasticceria, arte dolciaria. Che siano torte, cupcake, muffin, brioches, creme, mousse, biscotti o gelato, in tv impazzano i programmi di cucina che parlano di dolci. Appannaggio prima solo dei pasticceri professionisti, il cake design, grazie ai programmi televisivi, è esplosa come moda negli anni 2000. Ma come si è evoluto in questi ultimi anni? Ce lo spiega Kristina Rado, presidente di Giuria ai Campionati Mondiali di Pasticceria, Gelateria e Cioccolateria, che si sono svolti nell'ultima edizione di Host Milano, la fiera la fiera dell'ospitalità e della ristorazione.

La Federazione Italiana Pasticceria Gelateria Cioccolateria ha lo scopo di unire in modo capillare tutte le realtà esistenti sul territorio (scuole, grossisti, associazioni, imprese del settore), per rafforzarne la collaborazione ed ottenere la crescita di tutto il settore e dei prodotti Made in Italy.
La formazione professionale, l'organizzazione di eventi, fiere, manifestazioni, la promozione e lo sviluppo del comparto artigianale tipico di ogni regione d' Italia, sono tra gli obiettivi principali della Federazione. È il suo presidente, Roberto Lestani, a fotografare la situazione imprenditoriale in Italia di questo settore, non facile da inquadrare.

La Federazione al suo interno vanta un albo d'oro denominato "Equipe Eccellenze Italiane Pasticceria Gelateria Cioccolateria" composta da numerosi membri che hanno collezionato oltre 580 medaglie d'oro in concorsi Internazionali e Mondiali. Uno dei membri è Gennaro Filippelli ed è lui che ci dice cosa cercano oggi i clienti quando entrano in pasticceria. Chi lo avrebbe mai detto che dolci e torte possono risultare un metro di valutazione dei cambiamenti sociali del nostro Paese?

In questo viaggio a 360 gradi nel mondo dei dolci, non si può non parlare di gelato. Basti pensare che il mercato mondiale del gelato artigianale vale attualmente 15 miliardi di euro, con una crescita media del 4% all'anno dal 2015 a oggi. L'Italia, dove il consumo del gelato è per 1/3 industriale e 2/3 artigianale, è il primo paese al mondo in cui si assiste a tale predominio nelle preferenze dei consumatori. In Europa, nel 2016, si contavano oltre 60.000 gelaterie, delle quali 39.000 in Italia. Ma qual è lo stato di salute del gelato artigianale in Italia? RIsponde Franco Puglisi, membro del comitato d'onore della Coppa del Mondo di Gelateria e promotore del gelato artigianale nel mondo.

Gelatieri, pasticceri, cioccolatieri, artisti del cake design… mestieri affascinanti ma che richiedono impegno, dedizione, studio e fatica. Spesso le preparazioni richiedono diverse ore di lavoro, se non giorni, nei casi di composizioni più complesse. Per questo motivo diventa fondamentale avvalersi di macchine di tecnologia alimentare sempre più avanzate che possono preservare oltre alla qualità del prodotto, anche la qualità della vita di chi lavora, come spiega ancora Roberto Lestani, presidente della Federazione Italiana Pasticceria Gelateria Cioccolateria.

Tecnologie e attrezzature per i prodotti alimentari sono dunque importanti sia per la qualità del prodotto, sia per la qualità della vita di chi le utilizza. Ma quanto conta questo comparto per l'industria italiana? A fare una fotografia del settore nel corso dell'ultima edizione di Host Milano, la fiera la fiera dell'ospitalità e della ristorazione, è Marco Nocivelli, presidente di Assofoodtec, l'Associazione italiana costruttori macchine, impianti e attrezzature per la produzione, la lavorazione e la conservazione alimentare

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast