La sharing economy delle attrezzature sportive parte dall'Italia | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

La sharing economy delle attrezzature sportive parte dall'Italia

Con oltre 500.000 item e 62.000 iscritti, la presenza in tre Paesi (Italia, Spagna e Portogallo) e un team snello, ma affiatato, Sharewood è la startup italiana leader in Europa per la condivisione di attrezzature sportive: dai surf alle ciaspole, dagli sci alle biciclette. Nata meno di due anni fa grazie alla passione, alla tenacia e alla insistente pervicacia dei due giovanissimi fondatori, Piercarlo Mansueto (25) e Giulia Trombin (24), Sharewood incarna appieno la parte migliore dello spirito delle aziende innovative italiane. Fin dall'inizio il modello di business è stato liquido: ascoltano la community, raccolgono insight, testano nuove idee, le portano a sistema. Sono nate così le collaborazioni con i tour operator e i negozi di attrezzature sportive, la delivery presso l'albergo di destinazione e le esperienze sportive, una sorta di evento a cui puoi iscriverti per provare qualcosa di emozionante e fuori dal tuo ordinario.

Una delle peculiarità che contraddistingue Sharewood è la scelta perpetrata sulla raccolta di capitali: in disaccordo con le strategie dei Venture Capital italiani, hanno preferito affidarsi a fondi di investimento francesi e a ricorrere al crowdfunding: con 176 soci sono la piattaforma italiana con il maggior azionariato diffuso raccolto grazie a piattaforme online. E non contenti stanno preparando un secondo round di funding aperto a tutti. Con Piercarlo e Giulia abbiamo parlato di cosa significa fare startup in Italia, quali sono gli ostacoli che una startup deve affrontare e come superarli.

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast