Runeconomy 2.0 | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Runeconomy 2.0

Il fenomeno del running ci racconta di anno in anno numeri di grande espansione, un espansione che porta la corsa in ambiti sociali ed economici. Ne parliamo con Livio Gigliuto, vice presidente dell'Istituto Piepoli, che anche quest'anno ha analizzato per Fidal i dati che arrivano dal mondo del running. Crescono gli italiani che corrono almeno 1 volta al mese: dal 51% della precedente indagine al 59% attuale. Emerge anche come nel disegnare l'identikit di una città "a misura d'uomo" gli Italiani dimostrino di essere più interessati al benessere e allo sport che elementi legati a infrastrutture e trasporti. Lo sport è considerato addirittura più importante del turismo.
Wellness batte fitness 41 a 27: gli italiani corrono per stare bene più che per dimagrire.
Un'altra indagine, sempre per Fidal, è quella di Atlas Consulting su Arte, Storia e paesaggio, ne parliamo con Luca di Bartolomei che ci racconta dove corrono gli italiani: parchi, centri cittadini e zone a grande valore storico-artistico.
Infine, parlando di economia legata al running non possiamo tralasciare la maratona, che alimenta non solo se stessa, ma anche il proprio territorio. Ne parliamo con Lorenzo Cortesi, segretario generale della Venice Marathon, che ogni anno elaborano un attento studio sull'impatto economico, positivo, della maratona sulla propria città.

Puntata precedente
Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast