2018, l'anno del cibo italiano nel mondo | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

2018, l'anno del cibo italiano nel mondo

Partiamo da un "si può fare" che arriva dall'Inghilterra dove è partito un progetto di otto settimane che prevede incentivi economici per acquistare merende e snack al di sotto delle 100 calorie per contrastare l'obesità infantile. Come siamo messi in Italia per quanto riguarda questo problema? Quali iniziative abbiamo messo in campo? Lo chiediamo al professor Claudio Maffeis, professore associato di pediatria all'Università di Verona.
Il Comune di Firenze vuole limitare il proliferare dei dehors in centro e della cattiva abitudine delle edicole a vendere sempre più souvenir e sempre meno giornali. Ma si tratta di una stretta a fin di bene, l'assessore comunale allo sviluppo economico Cecilia Del Re ci spiega il perchè.

L'anno appena passato ha portato con sé numeri incoraggianti per il settore agricolo in Italia. Da registrare in particolare il massimo storico dell'export del vino: +7% per un valore di 6 miliardi di euro. La Manovra ha inoltre dato il via libera alla vendita diretta dello street food contadino. Ne parliamo con Elisabetta Montesissa, responsabile Campagna Amica Coldiretti, anche in vista dell'anno del cibo italiano nel mondo.

Dal 5 gennaio in Puglia è in vigore la prima legge regionale in Italia che disciplina la figura del "clown di reparto". Grazia Di Bari, consigliera regionale (M5S) prima firmataria del testo, ci spiega in che modo verrà regolamentata la clownterapia negli ospedali.

Intervista a Simona Atzori, ragazza nata senza braccia che presenta "Una Stanza Viola", spettacolo di danza e resilienza al Teatro Manzoni del prossimo 10 gennaio in cui la ballerina prima ballerà con alcuni ballerini della Scala e poi racconterà al pubblico la sua esperienza di resilienza nel superamento degli ostacoli della disabilità.

Puntata precedente
Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast