Quando in Champions ci saremo noi: i mini-calciatori del torneo "Football for Friendship" | Radio24
Ora in diretta

Condotto da

Quando in Champions ci saremo noi: i mini-calciatori del torneo "Football for Friendship"

Per adesso la finale Champions League se la godranno, sabato 1 giugno, dagli spalti del "Wanda Metropolitano" di Madrid, tifando per il Liverpool o il Tottenham in questo derby inglese che assegnerà la 'coppa dalle grandi orecchie'. Ma un giorno, chissà forse neanche troppo lontano, sul quel prato verde, a giocarsi quel leggendario trofeo, potrebbe esserci anche qualcuno di loro. A sognare ad occhi aperti sono i giovani calciatori che anche quest'anno parteciperanno a "Football for Friendship", il progetto di formazione attraverso il calcio ideato da Gazprom, colosso russo dell'energia, e giunto quest'anno alla sesta edizione.
Prima di Madrid, l'evento - una settimana di incontri, dibattiti, riflessioni sul rapporto tra sport, giovani, calcio e valori condivisi tra giovani provenienti da ogni Paese del mondo - è stato ospitato nelle principali città mondiali, da Londra a Mosca, sempre in occasione dei maggiori eventi calcistici, come la finale Champions o quella di Russia 2018. Occasione quindi, per tanti ragazzi e ragazze tra i 12 e 14 anni, di vedere il grande calcio dal vivo, ma soprattutto di incontrarsi e sfidarsi intorno e sul campo di gioco. Finora, sono stati più di 5.500 i giovani atleti coinvolti nelle varie edizioni di "Football for Friendship", provenienti ormai stabilmente da più di 200 Paesi.


A rappresentare l'Italia, con i suoi giovani calciatori, da tre anni è il Pescara Calcio. Antonio Di Battista, coordinatore tecnico e responsabile scouting del settore giovanile degli abruzzesi, ci spiega che tornei di questo livello hanno anche un primo valore tecnico, nell'individuazione dei giovani talenti: "Tecnicamente già si riesce a individuare una predisposizione, ma ovvio a questa età è ancora molto presto, perché i cambiamenti possono essere tanti, con la crescita. Ma quel che conta è che questo torneo è, per i ragazzi, una grande opportunità di crescita e maturazione personale".
Rating:

Ad accompagnare i giovani calciatori del Pescara, anche un fisioterapista del club, Marco Riccitelli: "Sarà una grande esperienza anche per me, per confrontarmi con colleghi da tutto il mondo. In Italia, la gestione fisico-muscolare dei giovani calciatori ha fatto passi da gigante, con staff dedicati proprio per i settori giovanili, e la possibilità quindi di seguire da vicino i ragazzi in una fase decisiva della loro crescita psico-fisica".
Rating:

E allora sentiamoli, i giovani calciatori abruzzesi in partenza per la Football For Friendship: il centrocampista Samuele Baldacci, il difensore Francesco Caprio, il portiere Edoardo Toni Costanzo e Andrea De Stefanis, difensore 15enne che nell'occasione rivestirà il ruolo di 'allenatore' di una formazione in gara.
Rating:

singolare la formula del torneo, secondo la quale le squadre partecipanti vengono formate tramite sorteggio tra tutti i partecipanti. Capita così che nella stessa squadra possano esserci atleti italiani, russi, inglesi, nigeriani e sudcoreani, che devono imparare a conoscersi e dialogare attraverso l'unico linguaggio comune che tutti conoscono: quello del calcio. "È un'idea davvero geniale - commenta stefano Tirelli, docente di Tecniche Complementari sportive presso l'Università Cattolica di Milano e mental coach dei campioni -; in questo modo, i ragazzi si conoscono e sono chiamati a impegnarsi per creare dei 'ponti' di cominicazione fra di loro; collegamenti che sapranno poi riprodurre fuori dal campo e nella loro vita di tutti i giorni".
Rating:

la regia della puntata è a cura di Andrea Roccabella

olympia@radio24.it

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast