Elogio della contaminazione: Mauro Berruto | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Elogio della contaminazione: Mauro Berruto

Da ct della nazionale italiana di pallavolo al ruolo di direttore tecnico (in pratica ct anche qui) degli azzurri del tiro con l'arco. E' la nuova avventura professionale di Mauro Berruto, con obiettivo i Giochi Olimpici di Tokyo 2020. Di questo esempio di contaminazione, sportiva e culturale, parliamo oggi a Olympia, la città dello sport.
Nessuna invasione di campo, comunque. Berruto coordinerà, motiverà, organizzerà senza rubare il mestiere a chi già c'è. Il centro di gravità della sua azione sarà il centro federale di Cantalupa, a pochi chilometri dalla sua Torino, dove è anche l'amministratore delegato della scuola di scrittura Holden fondata da Alessandro Baricco. Dovrà superare un'asticella che è già piuttosto in alto. Perché l'arco azzurro sarà pure rimasto a secco a Rio 2016, ma nel 2017 è tornato in cima al mondo con l'oro collettivo di Mauro Nespoli, Marco Galiazzo e Davide Pasqualucci. Una nuova avventura, quindi, per un uomo di sport che alla specializzazione ha sempre preferito la contaminazione, mescolando esperienze, linguaggi, stili e discipline diverse. "Di questa contaminazione ho sempre fatto un valore essenziale - spiega Berruto; anche oggi che in molti invece vogliono farci credere che di ciò che è diverso dobbiamo diffidare, avere paura. invece ritengo fondamentale fare esperienze diverse da quelle abituali dl proprio campo d'azione, per arricchirsi, crescere, e perché no, anche sfidarsi un pò", spiega l'ex ct della pallavolo maschile, squadra con cui vinse il bronzo alle Olimpiadi di Londra 2012.

Rating:
Inevitabile però, che spesso lo sbarco in contesti diversi da quello di appartenenza susciti invidie e risentimenti. "E' naturale - spiega Stefano Tirelli, docente di Tecniche Complementari Sportive alla Cattolica di Milano , ma spesso questo è un sentimento che deriva dall'insicurezza di chi si vede in qualche modo minacciato dal nuovo arrivato. Come comportarsi? Entrare in punta di piedi, con spirito collaborativo. Insomma, far capire che si vuole fare squadra nel rispetto dei ruoli, e non essere un capo al di sopra di ogni critica o confronto".
Rating:
Segnala alla redazione di Olympia i temi che ti piacerebbe fossero trattati in trasmissione, o le storie di sport che più ti hanno emozionato e che vorresti rivivere! Scrivici a olympia@radio24.it

La regia della puntata è a cura di Paolo Corleoni

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast