Psicosi da Champions: la Juventus a lezione di mental coaching | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Psicosi da Champions: la Juventus a lezione di mental coaching

Davvero non ha bisogno di troppe traduzioni, e presentazioni: lo avete riconosciuto, Cristiano Ronaldo, raggiante dopo la finale di Champions di Cardiff, di cui è stato il grande protagonista: 2 gol, man of the match, la sua firma sul 4 a 1 con cui il Real Madrid ha asfaltato la Juventus: per i blancos la 12esima coppa dei Campioni della storia, per i bianconeri la settima sconfitta in 9 finali disputate, e una delle due vittorie lo ricordiamo arrivò nella drammatica notte dell'Heysel. e immagino che a tutti i tifosi juventini siano già rivenuti gli incubi, a sentire Ronaldo dire che il prossimo obiettivo sarà rivincere proprio la Champions, lui che ha ne ha vinte, col Real 3 negli ultimi 4 anni! Di fatto, quella di Cardiff è stata solo l'ultima pagina, la più recente, di una vera saga al contrario, che ha trasformato in ossessione prima, maledizione poi il desiderio, il sogno della Vecchia signora di conquistare la Champions League. e allora oggi proviamo a sottoporre la Juventus e la sua storia a una seduta di mental coaching, per capire se di vera psicosi ormai di si tratta, ma anche se di questa ossessione si possa guarire, liberandosi di questo incantesimo. Ovvio quindi, che come in ogni psicoterapia che si rispetti, prima di tutto sia necessario rivivere i traumi, per almeno provare a superarli. Nella prima parte di Olympia, quindi, riviviamo le 7 finali di Coppa Campioni-Champions League perse dalla Juventus , da Belgrado 1973 fino a Cardiff 2017.

Nella seconda, invece, proviamo per gioco a stendere la Vecchia Signora sul lettino del mental coach, per capire cosa non ha funzionato a Cardiff, e come quel blocco possa essere magari superato in futuro. ne parliamo col mental coach per eccellenza, qui a Olympia, Stefano Tirelli, docente di tecniche complementari sportive alla Cattolica di Milano.

"Il blackout di Cardiff ? Un mix di ansia, tensione, mancanza di equilibrio, eccesso di stima - spiega il prof. Tirelli -: tutti limiti che con un'adeguata preparazione posso essere gestiti, superati. Il problema è che non sempre i giocatori accettano questo tipo di supporto di mental coaching, associandolo a una terapia psicologica, che invece ha basi e obiettivi diversi. Ma la Juventus ha tutto per guarire: anzi, di solito quando questi blocchi vengono superati, poi non si finisce più di vincere...".

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast