Nuotando verso il futuro: la parabola di Manuel Bortuzzo | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Nuotando verso il futuro: la parabola di Manuel Bortuzzo

Da promessa del nuoto, a vittima di un tragico ferimento a colpi di pistola, a inizio febbraio, all'uscita di un pub nella periferia sud di Roma, a simbolo di coraggio e perseveranza. È questa la parabola di Manuel Bortuzzo, 19 anni, il nuotatore veneto che, appunto, è rimasto vittima di un drammatico scambio di persona da parte di due malviventi che gli hanno sparato nella notte tra il 2 e 3 febbraio, ferendolo e inchiodandolo a una sedia a rotelle. Da quella stessa notte, è iniziata la risalita di Manuel, che non si è mai perso d'animo e ora, supportato dalla famiglia, dagli amici e dalla Federnuoto ha cominciato la riabilitazione, e continua a sognare le Paralimpiadi e chissà magari, se la scienza lo consentirà le stesse Olimpiadi.
Vicenda, quella di Bortuzzo, che ha prima angosciato, poi appassionato tutta l'Italia, e di cui oggi a Olympia vogliamo parlare con due ospiti che ben conoscono il cammino che Manuel sta intraprendendo.
Oscar De Pellegrin 55 anni, di Belluno, dopo essere rimasto in gioventù paraplegico per un infortunio sul lavoro, è stato pluricampione mondiale e paralimpico nel tiro con l'arco nel tiro a segno, e oggi è il responsabile del Comitato Paralimpico del progetto Primavera, che avvicina molti ricoverati nelle unità spinali italiane allo sport.
Un banale incidente al trampolino elastico l'ha privata, nel 2010, dell'uso delle gambe, non della voglia e della passione per lo sport. Tanto che a 25 anni, oggi, Giulia Ghiretti è uno degli assi della Nazionale Paralimpica di Nuoto, con titoli mondiali europei e medaglie paralimpiche già in bacheca.
"Quello che attende Manuele è un percorso lungo, e non solo in relazione allo sport, ma anche per la vita quotidiana. Ma lo sport ti aiuta molto, perché ti educa a imparare sempre cose nuove, con la stessa costanza, fatica e determinazione che servono per raggiungere qualsiasi obiettivo", spiega Giulia Ghiretti.

Rating:

Solidarietà, aiuto, partecipazione: Manuel sta ricevendo molto in questo periodo. "Ma in Italia resta un serio problema di strutture adatte allo sport paralimpico - sottolinea Oscar De Pellegrin -: serve un dialogo sempre più intenso e approfondito con le istituzioni, per fare concreti passi avanti in questo ambito".
Rating:

"Trasformare il momento di crisi, in opportunità di conoscenza e cambiamento, anche nei momenti più drammatici. E' questo che fa la differenza tra chi è vincente e chi non lo è, insieme alla capacità di reagire in tempi rapidi - evidenzia Stefano Tirelli, docente di Tecniche Complementari Sportive alla Cattolica di Milano -. ed è sorprendente notare come la mente si predisponga e agevoli questo cambiamento, sviluppando aree e capacità complementari e alternative a quelle perdute in seguito al trauma. Un prodigio che i campioni sanno trasformare nel loro vero punto di forza":
Rating:

la regia della puntata è a cura di Andrea Roccabella

olympia@radio24.it

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast