Finché lauto stipendio non ci separi | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Finché lauto stipendio non ci separi

Una recente sentenza del Tribunale di Milano ha stabilito che i genitori devono mantenere i figli anche dopo la maggiore età, almeno finché non raggiungono l'indipendenza economica. In altre parole, i figli dovranno essere mantenuti fino a che non guadagneranno per quello che sanno fare e per cui hanno studiato.

In attesa di vedere quali siano le concrete conseguenze di questa sentenza, chiediamo ai nostri ascoltatori di chiamarci per dirci quale è il criterio giusto da adottare per la durata del mantenimento dei figli da parte dei genitori, in base a queste tre tipologia di genitori:
1- Calcinculisti mangiaufisti. Al compimento dei 18 anni un ragazzo deve sbrigarsela da solo, giusto che impari a guadagnarsi da vivere a prescindere dalle sue aspirazioni.
2- Laurea attendisti meritocratici. Un figlio deve essere aiutato economicamente dai genitori almeno finché studia e solo se rispetta i tempi della laurea. No a sovvenzioni extra se va fuori corso e non si cerca un lavoro.
3 - Cuoremammisti perenni. I figli non si abbandonano mai, è giusto aiutarli economicamente finchè ne hanno bisogno, anche se hanno problemi con lo studio e magari non si impegnano troppo a cercarsi un lavoro.

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast