Messico: il paese del cartello. Svolte per India e Angola | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Messico: il paese del cartello. Svolte per India e Angola


In Messico, terra di frontiera e di commercio di trafficanti.Per i giornalisti lavorare in questo paese sta diventando sempre più difficile e a rischio di morte, com'è successo ieri a Candido Rios. Dall'inizio di quest'anno sono morti 9 giornalisti e il mese di giugno è stato il mese più sanguinolento degli ultimi 20 anni con più di 2200 vittime causate dalla guerra tra narcotrafficanti e polizia.

In India, dopo che la Corte Suprema ha definito incostituzionale il divorzio islamico unilaterale. Chiamato anche "triplo Talaq" l'uomo può chiedere il divorzio dalla moglie pronunciando tre volte la parola talaq, che significa divorzio. Abbandonato in moltissimi stati musulmani, il triplo talaq era ancora praticato dalla minoranza musulmana presente in India.

Infine andiamo in Angola, dove oggi si vota per eleggere nuovi parlamentari e il nuovo presidente. Il capo dello stato uscente, Dos Santos è stato al potere per 38 anni, ma intende lasciare la presidenza assicurandosi di poter intervenire nei prossimi 8 anni.

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast