Lo stupro diventa scandalo politico in India, la gola profonda dell'11 settembre | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Lo stupro diventa scandalo politico in India, la gola profonda dell'11 settembre

Il nostro viaggio oggi parte dall'India, travolta da uno scandalo politico che sta portando a proteste in tutto il paese:il parlamentare Kuldeep Singh Sengar membro del partito BJP è accusato di stupro nei confronti di una giovane ragazza compiuto nel 2017. In questi due anni la vittima si è data fuoco per protesta davanti al parlamento, ha subito misteriose morti in famiglia e proprio ieri mentre si trovava in macchina insieme a due zii a all'avvocato sono stati scaraventati fuori dalla carreggiata. Ora tutta l'India è in rivolta e cerchiamo di approfondire il tema della violenza sulle donne in India.

Ognuno di noi ricorda l'attentato dell'11 settembre 2001 alle Torri Gemelle di New York, ma pochi sanno chi è Khalid Sheikh Mohammed. Khalid Sheikh Mohammed è ritenuto uno degli ideatori dell'attentato e da 13 anni è recluso a Guantanamo. Ora, per evitare la pena di morte, sembrerebbe intenzionato a raccontare tutti i retroscena, anche quelli che potrebbero coinvolgere l'Arabia Saudita.

Nel carcere di Altamira in Brasile è scoppiata una rivolta tra detenuti che ha portato alla morte di 57 persone. Una lotta tra cartelli che dalla strada si sposta in prigioni troppo piccole e soprattutto troppo affollate.

Puntata precedente
Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast