Sandro Boscaini: il vino italiano tra innovazione e tradizione | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Sandro Boscaini: il vino italiano tra innovazione e tradizione

Nella zona della Valpolicella, tra Verona e il lago di Garda, la produzione di vini ha radici storiche che risalgono agli antichi romani – spiega Sandro Boscaini, presidente di Masi Agricola e di Federvini, associazione che riunisce alcune centinaia di produttori.

L'azienda Masi agricola, nota soprattutto per il vino Amarone, è diventata di proprietà della famiglia Boscaini nel ‘700. E da allora il vino viene lavorato attraverso tecniche antiche, grazie alle quali conserva sapori e sentori di un tempo – racconta Boscaini. Recentemente, l'azienda ha raccolto una nuova sfida, diventando la prima azienda vinicola quotata in borsa. Il rapporto tra vino e finanza non è semplice perché il vino, a differenza della finanza, ha tempi naturali - continua Sandro Boscaini. Ma entrare nel mercato azionario è importante perché fa parte di quella spinta innovativa che è ormai diventata indispensabile in un settore dove la concorrenza non è più quella storica con i vini francesi, ma è rappresentata dal mercato globale, dove i piccoli produttori italiani devono confrontarsi con competitor che hanno minori costi agricoli e maggiori conoscenze nel marketing.

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast