Rapporto Bankitalia: l'economia siciliana rallenta nel 2018. Giù agricoltura, crescono poco industria e turismo | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Rapporto Bankitalia: l'economia siciliana rallenta nel 2018. Giù agricoltura, crescono poco industria e turismo

L'economia siciliana nel 2018 ha subito un brusco rallentamento. Lo certifica la Banca d'Italia nel suo annuale rapporto dedicato all'economia della regione. «Abbiamo una serie di indicatori economici negativi - ha sottolineato il direttore della sede di Palermo della Banca d'Italia, Pietro Raffa, durante la presentazione del documento -. In particolare il valore aggiunto delle imprese industriali rallenta rispetto al 2017, continua ad essere sostenuto dalle esportazioni che crescono in tutti i settori di specializzazione regionale. Frena la fase espansiva del comparto dei servizi». Le conseguenze sull'occupazione sono abbastanza evidenti: «In termini di tasso di occupazione rappresentiamo il peggio della Nazione» dice Raffa. Il tasso di disoccupazione si è mantenuto al 21,5 per cento, più del doppio rispetto alla media nazionale. A non trovare lavoro, principalmente, sono i giovani tra i 15 e i 34 anni, per i quali è cresciuta l'incidenza di chi, oltre a non lavorare, non studia o segue corsi di formazione.

Sono peggiorati i principali indicatori dell'attività produttiva e dunque del sistema delle imprese con una crescita del valore aggiunto rimasta nel complesso modesta, sostenuta soprattutto dal settore industriale che però ha registrato un indebolimento rispetto al 2017. Se scendiamo nel dettaglio dei settori possiamo vedere che la produzione agricola è diminuita del 4,9 per cento.  Un settore, quello agricolo, che pure è sostenuto dai fondi europei con un Psr (un Piano di sviluppo rurale) con una dotazione complessiva di 2,2 miliardi con un avanzamento pari al 26,4 per cento.

Per quanto riguarda l'industria in senso stretto la crescita del valore aggiunto, che era stata del 3,4% nel 2017, è stata secondo le stime di Prometeia dell'1,8% in linea con l'andamento nazionale. Non va benissimo nemmeno il turismo: sul fronte delle presenze il 2018 si è chiuso con un incremento del 2,9 per cento (nel 2017 l'incremento era stato del 7,3 per cento) e i maggiori contributi alla crescita sono arrivarti dalle province di Palermo e Ragusa che hanno registrato incrementi, rispettivamente, del 10,3 e del 13,2 per cento.

C'è da dire che fin qui i fondi europei non sono riusciti a incidere come ci si aspettava. Il rapporto di Bankitalia riporta i dati aggiornati al 31 dicembre. Vi si legge che al 31 dicembre dell'anno scorso i progetti cofinanziati con fondi europei erano 7.900: la maggior parte dei progetti è di importo inferiore ai 10.000 euro ma quelli di importo superiore al milione rappresentano la quota preponderante. I progetti conclusi o prossimi alla conclusione rappresentavano ancora solo il 10,5 per cento dei finanziamenti. (A cura di Nino Amadore)

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast