Fondi Ue, Confindustria e sindacati sardi si appellano alla Regione: programmazione e meno burocrazia | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Fondi Ue, Confindustria e sindacati sardi si appellano alla Regione: programmazione e meno burocrazia

Un appello alla Regione per chiedere meno burocrazia e più condivisione in vista della programmazione dei fondi europei per la Sardegna 2021-2027. A lanciarlo la Confindustria e i sindacati (Cgil, Cisl e Uil) che fissano una serie di paletti da seguire. Tra i punti, la necessità di attuare "una effettiva e sostanziale semplificazione amministrativa". Non meno importante la necessità di "una rafforzata trasparenza dei dati necessari per monitorare il progresso dell'attuazione, compresi i risultati e la performance dei programmi", e poi "una governance il più possibile unitaria e coordinata delle risorse comunitarie, nazionali e regionali". Infine, "il contenuto dei programmi deve essere più razionale e strategico". Il presidente della Regione Christian Solinas chiarisce che
"da subito la Giunta ha intrapreso un percorso di ampia concertazione con una reciproca legittimazione di tutti gli attori sociali". Il presidente aggiunge che questo percorso sarà seguito anche per la programmazione dei fondi comunitari 2021-2027. Ricordando che la Regione, anticipando i tempi ha già avviato una serie di incontri, per la maggior condivisione possibile con tutti i territori il governatore rimarca che "Nei rapporti con l'Unione europea la Sardegna deve mostrare forte identità e massima compattezza". (di Davide Madeddu)

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast