Spread a 150 e piazza Affari in calo dopo la diffusione della bozza sul contratto di Governo - Istat: fermo l'ascensore sociale italiano | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Spread a 150 e piazza Affari in calo dopo la diffusione della bozza sul contratto di Governo - Istat: fermo l'ascensore sociale italiano

Oggi a Focus Economia:  Sembra esser finita la tregua concessa dai mercati all'Italia. La Borsa di MIlano in deciso calo (fino a - 2,8%) e peggio delle altre piazze europee. Spread ha raggiunto quota 150 (max da 4 mesi) con una pressione sui rendimenti dei titoli di Stato che sta toccando  tutti i paesi del Sud Europa.  Perplessità degli investitori per alcuni contenuti della bozza di contratto di Governo trapelata ieri. In particolare l'ipotesi di una richiesta di riduzione di 250 mld di euro del debito italiano da avanzare alla Bce al termine del QE. Esponenti di M5S e Lega hanno definito questi contenuti "superati" pur non smentendo l'autenticità del documento.  Ascensore sociale bloccato. La dote familiare in termini di beni economici ma anche di titoli di studio e attività dei genitori è ''determinante'' per avere successo nello studio e nel lavoro: solo il 18,5% di chi parte dal basso si laurea e il 14,8% ha un lavoro qualificato. Così il rapporto Istat. La cerchia di parenti e amici è anche decisiva nel trovare e non solo nel cercare un impiego: lavora grazie a questo ''canale informale'' il 47,3% (50,6% al Sud) contro il 52,7% che l'ha ottenuto tramite annunci, datori di lavoro agenzie, concorsi. Ospiti Gianni Trovati, Sole 24 Ore; Salvatore Bragantini, economista ed ex commissario Consob, Mauro Magatti, università Cattolica di Milano. Come di consueto spazio al commento della giornata di Borsa.

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast