Amazon, scioperano i dipendenti dello stabilimento di Piacenza - Bene i dati dell'industria italiana | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Amazon, scioperano i dipendenti dello stabilimento di Piacenza - Bene i dati dell'industria italiana

Oggi a Focus Economia: Sciopero nel giorno del "black friday" nello stabilimento di AMAZON di Piacenza, dove lavorano 4.000 dipendenti (contrattualizzati 1.600 + 2000 reclutati per periodo natalizio. Stipendio 1450 lordi al mese) che gestiscono le spedizioni di 1,2 milioni di pacchi al giorno. Secondo i sindacati le adesioni hanno raggiunto il 60% tre i lavoratori assunti a tempo indeterminato, nessuna adesione invece tra i precari. L'azienda parla per contro di una partecipazione dl 10% riferendosi però all'intera forza lavoro. I lavoratori chiedono un miglioramento delle condizioni lavorative all'interno dell'impianto. Contestazioni e proteste contro le condizioni imposte ai dipendenti sono emerse anche in Paesi come Germania, Regno Unito e gli stessi Stati Uniti, culla e principale bacino della piattaforma. Il tutto mentre il gruppo ha chiuso l ultimo trimestre con 38 miliardi di ricavi e viaggia su na capitalizzazione di mercato di 557,2 miliardi di dollari. Per la giornata di oggi i lavoratori di Amazon hanno proclamato uno sciopero anche Germania sempre in occasione del Black Friday. Secondo i sindcati mobilitazioni sono in corso in 6 centri di distribuzione tedeschi. Si tratta dell'ultimo di una serie di scioperi per una disputa sul salario. Il portavoce del sindacato di Ver.di, Thomas Voss, ha riferito che 2.500 lavoratori erano in sciopero negli stabilimenti di Bad Hersfeld, Lipsia, Rheinberg, Werne, Graben e Coblenza . Il sindacato sostiene che circa 12.000 lavoratori Amazon in Germania ricevono salari inferiori rispetto ad altri nel commercio al dettaglio e nei lavori di vendita per corrispondenza. Amazon ribatte che i suoi magazzini di sisibuzione in Germania sono centri logistici e gli impiegati guadagnano salari relativamente alti per quell'industria.
Domani è invece in programma una mobilitazione dei "riders" che effettuano le consegne per società come Deliveroo, Foodora, Uber. Le rivendicazioni riguardano il trattamento generale e l'opacità sul rapporto effettivo nei confronti dell'azienda, insieme a uno dei tasti più delicati: la retribuzione. Una delle caratteristiche in comune fra le tre è di pagare i «lavoretti» svolti per conto proprio a pochi euro l ora o con inquadramenti contrattuali ad hoc, schiacciando al ribasso i costi del lavoro che peserebbero altrimenti in bilancio. Il tutto mentre il giro d'affari continua a lievitare con picchi che possono raggiungere anche il +600% nell'arco di un anno, guadagnando in alcuni casi posizioni di quasi monopolio su determinate zone o settori commerciali.
Ospiti Andrea Biondi, Alberto Magnani, Luca Orlando de il Sole 24 Ore. Come di consueto spazio al commento della giornata di Borsa.

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast