BCE, verso la fine del QE - Il dibattito sui limiti all'uso del contante | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

BCE, verso la fine del QE - Il dibattito sui limiti all'uso del contante

Oggi a Focus Economia: La Bce ha deciso: addio al quantitative easing a dicembre, con una tabella di marcia che prevede un breve 'tapering' nell'ultimo trimestre 2018. I tassi d'interesse resteranno fermi ai minimi record almeno fino alla prossima estate. La decisione arriva in anticipo per molti osservatori: alcuni si aspettavano un'indicazione di massima dalla riunione di oggi, e una tabella di marcia vera e propria il mese prossimo. In una nota l'Eurotower, riunita oggi a Riga nell'appuntamento che ogni anno si svolge 'fuori sede', spiega che "dopo settembre 2018, e in subordine al fatto che i dati in arrivo confermino le stime di medio termine d'inflazione, il tasso mensile degli acquisti netti di titoli sara' ridotto a 15 miliardi fino a fine dicembre 2018, e che a quel punto gli acquisti netti termineranno". La Bce promette tuttavia di proseguire con il reinvestimento - ossia l'utilizzo del capitale rimborsato dei bond che ha in portafoglio e che arrivano a scadenza per comprare nuovi titoli di pari durata - ancora a lungo e per tutto il tempo necessario ad assicurare l'accomodamento monetario necessario. I tassi rimangono fermi ai minimi record "almeno per tutta l'estate 2019" e in ogni caso finche' sara' necessario - Ieri le dichiarazioni del ministro dell'Interno Matteo Salvini contro i limiti all'utilizzo di denaro contante. Attualmente in Italia il limite per i pagamenti con banconote è di 3.000 euro. La soglia è stata alzata nel 2015 dal governo Renzi dopo che Monti l'aveva abbassata nel 2011 da 2.500 a 1.000 euro. L'Italia è uno dei paesi europei dove il contante è più in uso. L'86% delle transazioni avviene cash contro l'80% della Germania, il 68% della Francia, il 63% del Belgio o il 45% dell'Olanda.  
Ospiti: Claudia Segre, presidente Global Thinking Foundation; Carlo Lottieri, università Verona; Donato Masciandaro, economista università Bocconi di Milano; Francesco Di Ciommo, università Luiss Guido Carli. Come di consueto spazio al commento della giornata di Borsa. 

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast