Arrivano le sanzioni per i negozi senza Pos - Maxi fusione nella siderurgia - Al via la settimana milanese della moda | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Arrivano le sanzioni per i negozi senza Pos - Maxi fusione nella siderurgia - Al via la settimana milanese della moda

Oggi a Focus Economia: Si va verso una stretta per l'obbligo a carico degli esercizi commerciali di dotarsi anche del POS per i pagamenti. Un obbligo sinora virtuale poiché senza sanzioni ma che ora dovrebbe venire regolamentato con la previsione di poche eccezione e multe che possono arrivare a 30 euro per ogni pagamento non accettato. Le norme potrebbero trovare posto nel decreto di attuazione della direttiva europea sui pagamenti (PSD2). Nel 2016 in Italia il numero dei terminali Pos ha superato quota 2 milioni. Un numero superiore a qualsiasi altro Paese dell'area euro (anche se per questi il dato si ferma al 2015). Il risvolto della medaglia è, però, che nonostante la diffusione sia notevolmente aumentata (di quasi 235mila apparecchi nel giro di un anno), l'utilizzo medio resta ancora limitato. Guardando, infatti, nell'appendice dell'ultima relazione annuale della Banca d'Italia, emerge come le "strisciate" (anche se ormai chip e contacless sono sempre più diffuse) di carte di credito o bancomat siano poco più di 1.200 per terminale nel nostro Paese. Numero che ci colloca a una distanza abissale da Paesi Bassi (16.062) , Irlanda (9.734) ed Estonia (8.128), ossia i primi tre Stati dell'Eurozona in questa specifica graduatoria. Non può essere una consolazione che peggio di noi faccia solo la Grecia (663 operazioni per Pos), che però si ferma ad appena 219mila terminali presenti sul suo territorio - Siglato il memorandum di intesa per la fusione delle attivita' europee del colosso dell'acciaio tedesco Thyssenkrupp e dell'indiana Tata. La joint venture si chiamera' Thyssenkrupp Tata Steel e la finalizzazione dell'operazione e' prevista all'inizio del prossimo anno, una volta ottenuto il via libera dell'Unione europea. I due gruppi (15 mld di euro insieme di giro d'affari) che prevedono sinergie fino a 600 milioni di euro e il possibile taglio di 4.000 dipendenti su una forza lavoro totale di circa 48.000 unita'. L'accordo e' fortemente osteggiato dai sindacati prevede la fusione degli impianti di Tata nei Paesi Bassi e nel Regno Unito con quelli tedeschi di Thyssenkrupp -l mercato dei media e dell'intrattenimento in Italia ha mostrato anche nel 2016 segnali di tenuta o crescita, dopo la ripresa avviata nel 2015. Il settore nel 2016 ha raggiunto 31,5 miliardi di euro di ricavi e si prevede che nel 2021 tale valore salira' a 38,1 miliardi di euro, crescendo con un tasso di crescita annuale composto (cagr) del 3,9%. E' quanto emerge dall'ultima edizione del report 'Entertainment & Media Outlook in Italy 2017-2021' di PwC. Ospiti Giulia Crivelli, Giovanni Parente e Sissi Bellomo de Il Sole 24 Ore.
Come di consueto spazio al commento della giornata di Borsa.

Puntata precedente
Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast