Lou Pearlman, il cattivo papà delle boy's band | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Lou Pearlman, il cattivo papà delle boy's band

Le boy band sono un fenomeno che ha caratterizzato gli anni ’90 e i gruppi più famosi sono stati i Backstreet Boys e gli NSync. Ma chi c’era dietro a queste perfette macchine dello show business mondiale? il papà dei Backstreet e degli NSync è Lou Pearlman, Big Poppa, il grande papà come lo chiamavano i suoi protetti. Un personaggio singolare che è passato da essere il proprietario di dirigibili pubblicitario e di aerei charter al manager delle boy band più famose. Ma dietro quest’uomo eclettico e bonario si cela un personaggio molto più oscuro. Il tempo ha svelato che Lou Pearlman ha escogitato un incredibile schema alla Ponzi che gli ha permesso di truffare non solo i suoi musicisti, ma anche i suoi investitori per quasi mezzo miliardo di dollari. E allo scandalo della truffa si è aggiunta la scoperta che Big Poppa è stato anche un predatore sessuale che ha abusato di molti dei suoi protetti.

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast