Bankitalia: Gentiloni conferma Ignazio Visco | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Bankitalia: Gentiloni conferma Ignazio Visco

La mozione presentata dal Pd sulla necessità di una nuova guida per la Banca d'Italia è caduta nel vuoto. Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha infatti indicato il nome di Ignazio Visco nella lettera inviata al Consiglio Superiore della Banca d'Italia che si è riunito stamattina alle 8:30. Il premier ha motivato la sua decisione dichiarando di "non volere aprire scenari nuovi e incerti". Visco si appresta quindi a guidare l'istituzione finanziaria per altri sei anni.

Mentre la legislatura si appresta a concludersi dopo l'approvazione della manovra che avverrà a dicembre, Pietro Grasso lascia il gruppo del partito democratico al Senato per poi approdare al gruppo misto, dando l'ennesimo segnale delle tensioni interne al Pd. "Il fatto che il presidente del Senato veda passare una legge elettorale redatta in altra Camera senza poter discutere, senza poter cambiare nemmeno una virgola – ha dichiarato Grasso – è stata una sorta di violenza che ho voluto rappresentare".

Il treno dem l'altroieri ha fatto tappa nella città di Paestum e Matteo Renzi ha fatto il suo comizio nella basilica paleocristiana che si trova proprio davanti agli scavi. A detta di alcuni, un'mbientazione insolita per un comizio politico ma né la diocesi né la parrocchia erano al corrente dell'incontro politico previsto. L'autorizzazione per l'utilizzo degli spazi della basilica era stata data solo per la Borsa Mediterranea per il turismo Archeologico, evento del Mibact che rientra in un disegno di promozione e valorizzazione archeologica della chiesa.

"Cerco baristi e panettieri ma non li trovo". Angelo Pattini, titolare delle omonime panetterie a Milano, era sbigottito la scorsa estate, quando non riusciva a capire perché nessuno volesse ricoprire i ruoli vacanti nelle sue attività, nonostante la disoccupazione dilagante in Italia. Eppure il caso non è un unicum in Italia, dove si fatica a trovare personale per alcune professioni ritenute mal retribuite o troppo faticose.

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast