Quando il medico è "della Mutua" | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Quando il medico è "della Mutua"

Nel corso degli ultimi anni si è assistito nel nostro Paese ad un crescente aumento dell’attenzione verso il tema del whistleblowing. Il termine (letteralmente dall’inglese: to blow the whistle - soffiare il fischietto) indica un soggetto, dipendente di un’organizzazione sia essa pubblica o privata, che venuto a conoscenza di fatti o atti illeciti nel corso della propria attività lavorativa, decide di denunciarli servendosi di canali riservati e indipendenti, appositamente previsti per tutelare i lavoratori che segnalano reati o irregolarità. Ne parliamo in apertura di puntata con l'avv. Fabrizio Vedana - vicedirettore generale di Unione Fiduciaria s.p.a., società fiduciaria e di servizi delle banche popolari - in vista del Whistleblowing Forum, evento dedicato al tema che si terrà il 30 novembre presso la sede del Sole 24 ORE.

Per la seconda parte della trasmissione viene a trovarci in studio Valerio Ceffa – presidente della Mutua Sanitaria Insieme Salute - che il 20 novembre scorso ha promosso presso il Politecnico di Milano il convegno “Noi Domani: le sfide della longevità”, insieme al Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria (DEIB) del Politecnico e al Centro Studi e Ricerche Itinerari Previdenziali e patrocinato dal Comune di Milano.  La nostra, come è noto, è una popolazione che invecchia, con inevitabili ricadute economiche e sociali. Ceffa ci illustra la proposta che si riconferma dal mondo mutualistico per la salute e la non autosufficienza. Far fronte al problema dando risposte che, se pur parziali, hanno un grande valore sociale. Chi aderisce alle proposte della Mutua sanitaria è un socio, non un cliente. Facciamo il punto su questi aspetti distintivi e sulla differenza con le polizze assicurative e altri fondi integrativi.

Puntata precedente
Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast