Basta un post per perdere il post | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Basta un post per perdere il post

Parte una nuova settimana, con Debora Rosciani eccezionalmente da sola al timone. Come di consueto in apertura ci dedichiamo alle "previsioni del tempo" per la settimana dei mercati finanziari, la nostra MeteoBorsa. Ci aiuta a commentare una seduta piuttosto nervosa Pietro Di Lorenzo, amministratore unico di Sos trader.
La seconda parte della puntata è dedicata al lavoro, che affrontiamo però da due punti di vista molti differenti.
Con l'avvocato Marisa Marraffino ci confrontiamo sul ruolo che la nostra presenza sui social network può giocare anche nel farci mantenere o perdere il posto di lavoro. Per il Tribunale di Busto Arsizio, ad esempio, sono stati sufficienti i pochi caratteri di un tweet per giustificare un licenziamento, poiché andavano a "ledere l'immagine del datore di lavoro e rendere esplicito un atteggiamento di disprezzo verso l'azienda e i suoi amministratori".
Nella seconda parte della puntata raggiungiamo invece Fulvio Romanin, imprenditore e autore del libro L'Iva Funesta, edito da Utet. Con lui ragioniamo sulla scelta di mettersi in proprio, le motivazioni, i progetti i sogni o le semplici valutazioni funzionali che la accompagnano. Insomma, per scelta o per necessità?

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast