"Matrigna" di Teresa Ciabatti e "Vox" di Christina Dalcher | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

"Matrigna" di Teresa Ciabatti e "Vox" di Christina Dalcher

Con una scrittura dolorosa e arrabbiata Teresa Ciabatti dà voce a Noemi, una donna la cui vita è stata segnata da un trauma. Quando aveva 9 anni il fratellino di 6 scompare, forse rapito. Il romanzo "Matrigna" (Solferino) raccoglie i pensieri di Noemi, divisa fra il senso di colpa per quanto è successo e il desiderio di essere amata dalla madre. Una madre che da subito ha preferito il figlio maschio a lei, anche prima della scomparsa. La madre lo ama, lo adora, lo accarezza, mentre Noemi è sempre un po' in disparte, anche nelle fotografie di famiglia dove spesso si vede solo un suo ciuffo di capelli. Gli psichiatri prevedono per Noemi un futuro segnato da droga, alcol, depressione. Ma lei, andando via di casa per studiare, pensa di essersi salvata. Pensa. Un romanzo viscerale, sul rapporto madre-figlia, sui sensi di colpa, un romanzo in cui la protagonista urla al mondo la sua voglia di esistere.
Pensate di poter pronunciare solo 100 parole al giorno (in media ne pronunciamo circa 16.000). Ma questo obbligo esiste solo se siete donne. È quello che accade nel romanzo "Vox" della linguista americana Christina Dalcher (Editrice Nord). Un romanzo distopico in cui si racconta la storia di Jean, neurologa affermata. Vive in un'America in cui il neo presidente ha vietato per legge alle donne di pronunciare più di 100 parole al giorno (sono costrette a portare un contaparole che dà la scossa elettrica ogni volta che si supera il limite). Le donne non possono neanche leggere e scrivere. Un giorno però Jean viene convocata alla Casa Bianca perché è l'unico medico che può salvare il fratello del presidente che in un incidente stradale ha riportato gravi danni cerebrali. A Jean sarà così permesso nuovamente di usare la voce. Ma dietro tutto questo c'è un piano inquietante...

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast