La E45 riapre ma non per i tir, giro di vite che per chi usa lo smartphone mentre guida | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

La E45 riapre ma non per i tir, giro di vite che per chi usa lo smartphone mentre guida

A giorni la E-45, la Orte-Ravenna interrotta dal 16 gennaio all'altezza di Sansavignone (Arezzo), riaprirà ma solo per il traffico leggero. Lo ha disposto la Procura che ha dissequestrato il viadotto Puleto, ritenuto a rischio collasso. Per il mondo dell'autotrasporto il blocco si prolungherà ancora con pesanti ripercussioni sull'intero comparto logistico e produttivo dei territori attraversati dalla direttrice. Tra questi, in particolare, l'Umbria che da sempre sconta un pesante gap infrastrutturale, come ci racconta Maurizio Mariotti, consigliere delegato alle Infrastrutture di Confindustria Umbria.
Ogni anno in Italia avvengono circa 175 mila incidenti con lesioni alle persone, nel 2017 i morti erano stati 3.378. Tra le cause più frequenti degli incidenti c'è la distrazione, indotta dall'uso improprio di smartphone e di altri apparati elettronici. Il Ministero dei Trasporti e il Ministero dell'Interno hanno siglato un accordo che prevede un potenziamento dei controlli lungo le strade per sanzionare quelle violazioni che più mettono in pericolo l'incolumità di chi guida e degli altri utenti della strada. Ci spiega meglio di che cosa si tratta, il sottosegretario al Mit, Michele Dell'Orco.

Puntata precedente
Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast