Tir, le flotte invecchiano e rallentano le immatricolazioni di mezzi nuovi | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Tir, le flotte invecchiano e rallentano le immatricolazioni di mezzi nuovi

La crisi, che negli anni scorsi ha picchiato duro sul mondo dell'autotrasporto, e le varie forme di concorrenza sleale praticate dai vettori dell'Est Europa hanno contribuito a ritardare il rinnovo delle flotte. Così oggi, tra i paesi della vecchia Europa, l'Italia ha l'età media dei veicoli pesanti più alta. A dirlo è uno studio elaborato da Eurostat. In particolare è emerso che in Italia solo il 45 per cento delle merci in viaggio via gomma è trasportato da tir con meno di 5 anni. Il 40 per cento transita su veicoli tra i 6 e i 9 anni e il 15% su mezzi con oltre 10 anni. Mezzi più vecchi significa mezzi più inquinanti e meno sicuri. Contemporaneamente le immatricolazioni dei veicoli industriali sono in frenata dopo l'impennata del 2016. L'analisi e le indicazioni sulle prospettive del mercato da Franco Fenoglio, presidente della Sezione Veicoli Industriali di Unrae.

Spazio poi al Brennero dopo le nuove minacce dell'Austria di chiudere il confine. Al nostro microfono il presidente di Anita, Thomas Baumgartner ritiene alquanto improbabile che Vienna possa passare dalle parole ai fatti. Di euro vignetta parliamo con Walter Partdatscher, amministratore delegato di Autobrennero.

Cresce il traffico su strade ed autostrade. A giugno sull'Autostrada del Mediterraneo l'indice di mobilità rilevata ha fatto segnare un incremento del 9,2 %. Al nostro microfono Roberto Mastrangelo, responsabile della gestione rete di Anas.

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast