"No ai divieti per i tir, l'Austria penalizza la nostra economia": il Nord Est si mobilita | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

"No ai divieti per i tir, l'Austria penalizza la nostra economia": il Nord Est si mobilita

Nonostante appelli, prese di posizione ufficiali e interventi a livello comunitario, l'Austria persevera nella politica dei divieti per i tir lungo l'autostrada del Brennero. Queste limitazioni compromettono la regolarità degli scambi lungo il corridoio strategico Scandinavo-Mediterraneo e quindi vanno contro i principi comunitari. È il coro che si leva da tempo e che è stato nuovamente alzato dai sistemi camerali di Emilia Romagna, Lombardia, Trentino Alto Adige e Veneto: hanno avviato un progetto comune e organizzato "Road Show" per il Brennero, una manifestazione itinerante che nei giorni scorsi ha fatto tappa a Verona. Con oltre 50 milioni di tonnellate di merci sugli oltre 160 che varcano i confini nazionali, l'asse del Brennero è un passaggio fondamentale. Emilia Romagna, Lombardia, Trentino Alto Adige e Veneto pesano per il 60% dell'interscambio con l'Ue28 (305 miliardi). Ne parliamo con Mario Pozza, presidente di Unioncamere Veneto.
Nelle Marche in pochi anni la crisi dell'autotrasporto ha costretto un'impresa su quattro a chiudere. A focalizzarla e misurarla è stato un rapporto presentato da Riccardo Battisti, responsabile di Cna Fita di Pesaro e Urbino. La nostra intervista.
Nel 2018 in ambito comunitario le vendite di pneumatici ricostruiti sono state 4,54 milioni con un incremento del 2,1% rispetto al 2017. Un'inversione di tendenza dopo che tra il 2012 e il 2017 il mercato aveva registrato dati negativi. Determinanti sono stati i dazi imposti dall'Ue sulle importazioni di pneumatici nuovi e ricostruiti per autocarri e bus. Approfondiamo con Stefano Carloni, presidente di Airp, l'associazione italiana ricostruttori pneumatici. Lo ascoltiamo.

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast