Abusivismo, le associazioni chiedono più controlli | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Abusivismo, le associazioni chiedono più controlli

In provincia di Messina la Guardia di Finanza ha scoperto otto aziende che trasportavano merci senza alcuna autorizzazione e fuori da qualsiasi regola. L'indagine ha riportato alla ribalta il fenomeno dell'abusivismo che inquina il mercato dell'autotrasporto. Le associazioni di categoria sollecitano più controlli mirati, come dice al nostro microfono il presidente di Conftrasporto, Paolo Uggè.

Sulla Gazzetta Ufficiale sono stati pubblicati i decreti con i quali si indicano le modalità di erogazione dei 25,9 milioni di euro stanziati dal governo a favore del rinnovo delle flotte attraverso mezzi più ecologici, quindi dotati di alimentazioni alternative. Per la prima volta gli incentivi valgono anche per rimorchi, semirimorchi e equipaggiamenti per veicoli adibiti al trasporti di merce deperibile, come sottolinea Andrea Bertoja, presidente della Sezione Veicoli Industriali di Anfia.

La continuità territoriale, per persone e merci, è un tema centrale per la Sardegna, come è ribadito in occasione del G7 dei Trasporti che si è svolto a giugno proprio a Cagliari. Ne abbiamo parlato con il governatore Francesco Pigliaru.

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast