E' tempo d'estate…e di bilanci | Radio24
Ora in diretta

Condotto da

per ascoltare i contenuti multimediali
installa adobe flash player

Rating:

E' tempo d'estate…e di bilanci

L'America ha risposto indignata alla provocazione di Trump, che l'altro giorno ha vietato l'ingresso dei transgender nelle forze dell'ordine. "I transgender nell'esercito sono un costo in termini di spese mediche e una distrazione: le nostre forze armate devono concentrarsi solo sulla vittoria", aveva scritto su Twitter. Alle manifestazioni nelle principali città si è aggiunta la risposta quasi insubordinata del capo di Stato Maggiore Joe Dunford: "Al momento, non è previsto alcun cambiamento delle norme sulla presenza dei transgender nelle forze armate statunitensi". La questione è rimandata al momento in cui gli ordini arriveranno sulla scrivania del segretario della difesa Jim Mattis, ma l'episodio dimostra senz'altro una cosa: nell'amministrazione Trump regna la confusione.

Con agosto ormai alle porte è però tempo d'estate e di bilanci. D'estate per America24, che vi dà appuntamento a settembre, e di bilanci per la Casa Bianca, anch'essa ormai prossima alla chiusura estiva. "L'inazione non è un opzione", aveva detto alcune settimane fa il presidente ai suoi senatori, minacciando di ritardare le vacanze per il Congresso fino a che non si fosse trovato un accordo sulla riforma sanitaria. Eppure è proprio l'inazione ad aver caratterizzato fin qui la sua presidenza. Non solo la bozza sulla sanità continua a non avere i voti necessari, ma senza i tagli ai costi di Obamacare anche il percorso della riforma fiscale e del progetto da mille miliardi di dollari per il rilancio delle infrastrutture – entrambe in calendario per il rientro dalle vacanze - sembrano fuori portata. Grossi punti interrogativi restano anche sui fronti di politica estera, relazioni con Mosca e lotta all'Isis in primis, e sulla stessa squadra di governo. In sei mesi abbiamo già assistito al cambio in corsa del consigliere per la sicurezza nazionale Mike Flynn, del portavoce Sean Spicer e del capo dell'Fbi, James Comey, silurato da Trump proprio – si dice – per le sue indagini sul Russiagate. Sotto attacco ora è il segretario della Giustizia, Jeff Sessions, diventato da alcuni giorni il bersaglio privilegiato di Trump per via della sua decisione di ricusarsi dalle indagini sul Russiagate; questa decisione infatti ha aperto la strada al procuratore speciale Robert Muller, che sta rendendo la vitta difficile ai familiari del presidente. Un quadro dunque, a conti fatti, tutt'altro che positivo.

Nell'augurarvi una buona estate A24 si lascia però alle spalle i tormenti della capitale per rivolgere la propria attenzione all'estate americana. A fare da padrone in tutto il paese è soprattutto la musica, con eventi che spaziano da festival internazionali come il Lollapalooza di Chicago al milione di pellegrini diretti a Memphis per ricordare i 40 anni dalla morte di Elvis Presley. Non possono ovviamente mancare i motori, con i raduni e le corse di Harley-Davidson di Daytona, Laconia e Milwakee, o i festival artistici e trasgressivi come il ‘Burning Man' di Black Rock City, in pieno deserto del Nevada. Per gli amanti del verde non c'è invece che l'imbarazzo della scelta: gli oltre 60 parchi naturali americani coprono una superficie di 210,000 km, ovvero due volte quella dell'Italia. Insomma, buone vacanze!

Canzone del giorno: John Denver – Leaving On A Jet Plane

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast