La nuova epoca americana | Radio24
Ora in diretta

Condotto da

per ascoltare i contenuti multimediali
installa adobe flash player

Rating:

La nuova epoca americana

Per Donald J. Trump comincia la prima settimana nei panni del 45esimo presidente degli Stati Uniti, e dovrà ora tradurre le sue promesse e i suoi slogan in risultati concreti; una sfida tutt'altro che semplice, una cosa infatti è fare campagna elettorale, un'altra governare un paese.
"Da oggi una sola visione guiderà questo Paese" - ha ribadito Trump durante l'inaugurazione - "Gli interessi dell'America verranno prima di tutto il resto. America first!". Nonostante il primo discorso di un presidente sia solitamente improntato all'apertura, Trump ha scelto invece di ribadire le idee protezioniste che ha promosso in campagna elettorale. Scopriremo solo col tempo se questa sia una tattica negoziale, un suo modo di essere, o se invece intende davvero portare gli Usa sulla strada di un nuovo isolazionismo. In questo caso ci troveremmo a navigare in acque sconosciute, perché è stata proprio la leadership americana a determinare gli equilibri mondiali negli ultimi settant'anni. Trump nel frattempo si è già messo al lavoro. Ha parlato con il premier canadese Justin Trudeau e con il presidente messicano Enrique Pena Nieto, promettendo di rinegoziare al più presto l'accordo di libero scambio del Nafta, ma ha telefonato anche al premier israeliano Benyamin Netanyahu e a quello britannico Theresa May, con cui ha anticipato di voler stringere un accordo bilaterale.
Nei primi giorni del 45esimo presidente non sono però mancati gli scontri e le polemiche. Centinaia di migliaia di persone nel fine settimana sono infatti scese in strada per manifestare contro Donald Trump, e a Washington la sola marcia delle donne ha registrato 500.000 partecipanti. Ma è scontro aperto anche tra la nuova amministrazione e la stampa. Il nuovo portavoce della Casa Bianca, Sean Spicer, ha infatti accusato i media di aver falsato di proposito, e al ribasso, i numeri dei partecipanti all'inaugurazione. "Questo tentativo di minimizzare l'entusiasmo per il nuovo presidente è vergognoso", ha detto. Le stime variano dalle 250.000 alle 500.000 persone, mentre Trump sostiene che fossero oltre un milione. A prescindere dai numeri questa discussione dimostra solamente una cosa: l'America di Trump si apre all'insegna della polarizzazione e della tensione.

Puntata precedente
Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast