Gentiloni alla Casa Bianca: Italia e Usa unite nella lotta al terrorismo e nella difesa dell'Unione Europea | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Gentiloni alla Casa Bianca: Italia e Usa unite nella lotta al terrorismo e nella difesa dell'Unione Europea

E' stato un benvenuto caloroso ed amichevole quello di Donald Trump al premier italiano Paolo Gentiloni, in visita ieri a Washington. "Quella fra Stati Uniti e Italia e' una lunga storia di amicizia e alleanza - ha detto il presidente Usa - mi auguro che questo rapporto possa essere anche più produttivo nei prossimi anni". Ad esprimere soddisfazione per il vertice è stato lo stesso primo ministro: "E' stato un incontro fruttuoso. E' un onore essere qui alla Casa Bianca; oggi rinnoviamo la nostra amicizia e l'impegno comune nella lotta al terrorismo". E proprio durante l'incontro tra i due leader il terrorismo è tornato a colpire, e lo ha fatto in una Francia che attende trepidante l'esito delle elezioni di domenica; un attentato che finisce così per favorire i populismi e i nazionalismi, indebolendo ulteriormente un'Europa già fragile.
Proprio all'Unione Europea Donald Trump ha dedicato il commento forse più importante della conferenza stampa di ieri. "Un'Europa forte è molto importante per me, come presidente americano, ma è anche molto importante per gli Stati Uniti; aiuteremo l'Europa a essere forte". Su questo fronte l'intesa fra Roma e Washington è chiara, ed entrambe si sono riscoperte unite nel contrastare le minacce rappresentate tanto dalla Russia di Vladimir Putin quanto di riflesso dai fermenti politici nostrani degli ultimi anni. L'America infatti è preoccupata per l'Europa, e lo è ancora di più alla vigilia di una tornata elettorale importante come quella francese, dove una vittoria di Marie Le Pen viene avvertita come un pericolo anche dagli stessi Usa. Un altro elemento cardine dell'alleanza tra l'Italia e l'America è rappresentato dalla lotta al terrorismo. Trump ha ringraziato Gentiloni per il contributo italiano in Iraq e Afghanistan, mentre sulla Libia si è detto deciso a non inviare truppe e, di fatto, ad affidare il ruolo di mediatore principale all'Italia.
Nel vertice si è parlato anche di Nato. Il premier italiano ha rassicurato il presidente Usa: l'Italia aumenterà il proprio contributo per le spese della difesa, come da accordi. Gentiloni ha però ricordato che l'Italia su questo fronte ha le mani legate dovendo sottostare alle regole di bilancio europee, ma forse avrebbe dovuto esporsi di più. E' infatti nel nostro interesse avere delle spese aggiuntive per rilanciare la crescita, e la soluzione in questo caso sarebbe quella di spingere affinché i costi per la difesa non vengano considerati come parte del bilancio. I due leader si rivedranno ora a Tormina per il G7 del prossimo mese, ma il primo incontro si può archiviare come un successo. Per entrambe.

Canzone del giorno: Queen - You're My Best Friend

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast