Cultura e creatività | Radio24
Ora in diretta

Condotto da

per ascoltare i contenuti multimediali
installa adobe flash player

Rating:

Cultura e creatività

Nella puntata de " L'Altra Europa" di questa settimana si parla di cultura e creatività: come viene sovvenzionata ed incentivata nell'Unione Europea? Quali sono i fondi, quali le iniziative e i progetti piú interessanti, magari a cui ispirarsi? Cerchiamo di farne una carrellata in questa puntata.

Studiare una lingua europea poco diffusa, ma interessante affascinante e magari utile come lo sloveno, lo slovacco e il lituano. Lo propone "ProLang", un progetto multilaterale finanziato dalla Commissione Europea sotto il Lifelong Learning Programme, volto a promuovere lo studio delle lingue e la diversità linguistica in Europa. Noemi De Luca, project manager del Cesie, ong partner del progetto per l'Italia, ci spiega di cosa si tratta.

Conoscere le altre culture e le altre religioni per imparare a rispettarsi. É lo scopo del progetto "Educazione interculturale attraverso gli studi religiosi" (IERS), finanziato con dal programma Lifelong Learning dell'Unione Europea, che si propone di fornire ai professori una sorta di "cassetta degli attrezzi" con filmati e materiale utile per affrontare questi argomenti con gli studenti delle scuole superiori. Il materiale è preparato da cinque università europee, capofila è l'Università Ca' Foscari di Venezia, partner sono l'Institut Européen en Sciences des Religions in Francia, l'Università di Salamanca in Spagna, l'Università di Augusta in Germania, l'University of Southern Denmark e l'organizzazione Oxfam Italia Intercultura. Giovanni Lapis, assegnista di ricerca dell'università Cà Foscari di Venezia è curatore del progetto IERS.

Siamo a ridosso della pubblicazione della call di Europa Creativa più attesa dell'anno: i progetti di cooperazione europea. Quali sono le indicazioni da seguire per chi vuole partecipare, inviare la domanda, fare un progetto? Chi può partecipare? Ci risponde Marzia Santone, del punto di contatto nazionale, si occupa dell'assitenza tecnica e della comunicazione dell'ufficio del Creative Europe Desk Italia - Ufficio Cultura del Ministero dei Beni Culturali.

L'arte come strumento pedagogico nei bambini sotto ai sei anni. E' l'obiettivo del progetto Comenius I Care: Children Art Relationship Education, concluso dopo due anni di scambi fra Regione Toscana e Comune di Copenaghen, tre scuole per l'infanzia di Scandicci e tre scuole omologhe nel distretto di Valby a Copenaghen, insieme a due musei di arte contemporanea (il Pecci di Prato e il National Kunst di Copenaghen). Plinia Morelli, coordinatrice pedagogica del Comune di Scandicci, ha partecipato anche allo scambio.

Un portale e un certificato di qualità per i festival europei. Tutto questo è il progetto Effe, che si propone di raccogliere i festival in Europa, garantendone la qualità dell'offerta culturale. Luisella Carnelli, coordinatrice del progetto Effe per la fondazione Fitzcarraldo, Partner italiano del progetto, ci spiega di cosa si tratta.

Un viaggio in Slovacchia, realizzato grazie al progetto Finanziato dalla Commissione Europea "Eutopia" del magazine online Cafebabel, per raccontare il mondo delle donne imprenditrici a Bratislava, lo ha fatto Maura Bertanzon.

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast