Voto digitale: rischi e vantaggi - Trasformazione digitale in Italia | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Rating:

Voto digitale: rischi e vantaggi - Trasformazione digitale in Italia

Il 6 novembre negli Stati Uniti si terranno le elezioni di midterm e ancora una volta si accende il dibattito sull'affidabilità e la (in)sicurezza del voto elettronico (quello effettuato presso il seggio su una macchina digitale) e quello online a distanza. A fronte di alcuni evidenti vantaggi, come la velocità dello scrutinio e la riduzione dei costi, i sistemi di voto elettronico pongono ancora oggi degli elevati rischi di sicurezza che suggeriscono un approccio prudente al tema. La violazione di questi sistemi è stata più volte dimostrata sul campo durante la DEF CON, la più importante conferenza di cybersecurity al mondo (qui il rapporto dell'edizione 2018) e anche le indagini sulle ultime elezioni USA fanno emergere azioni di sabotaggio da parte di potenze straniere. Sulla spinta della comunità scientifica e di intelligence gli Stati Uniti, fra i precursori del voto elettronico, si avviano all'approvazione del Secure Election Act che reintroduce la prova cartacea nelle procedure di voto elettronico. Come spiega Fabio Pietrosanti, esperto di cybersecurity e presidente del Centro Hermes per la trasparenza e i diritti umani digitali il rischio di un hackeraggio è ancora troppo elevato per affidare ad un sistema digitale il destino di un Paese.
Parliamo anche di trasformazione digitale delle imprese attraverso i dati del recente sondaggio sulla "digital transformation" condotto da EY in collaborazione con Ipsos. I dati dimostrano che il 90% delle aziende che hanno fatto investimenti sul digitale, hanno avuto un ritorno economico – commenta Donato Iacovone, amministratore delegato di EY Italia - ma rimangono molte difficoltà soprattutto nelle piccole e micro imprese.

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Ultime puntate

Ascolta le puntate che ti sei perso, accedi ai podcast