La verità in uno striscione | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
La verità in uno striscione
Notizie | Effetto giorno

La verità in uno striscione

di Daniele Biacchessi

Audiostrip:
  • Effetto giorno le notizie in 60 minuti L'analisi di Daniele Biacchessi
    Rating:

A chi fa paura uno striscione giallo che chiede la verità sulla morte di Giulio Regeni, ucciso in Egitto?
Se dovessimo giudicare le reazioni scomposte del Governatore del Friuli- Venezia Giulia Fedriga, a qualcuno il none di Regeni non piace.
Eppure la ricerca della verità e della giustizia non dovrebbe essere questione di appartenenza politica, di ideologia, di schieramento.
Giulio era un italiano sequestrato e ucciso in Egitto mentre, con ogni probabilità, sulla sua strada aveva visto e ascoltato cose che non doveva vedere e sentire.
Forse incrociato prove di collusioni di attività illegali di apparati dello stato egiziani.
Lo striscione di Amnesty International è un simbolo del nostro paese, di tutto il Paese, che non si sottrae alla richiesta di conoscere il destino di un proprio cittadino.
Ribadisce il concetto di difesa dei diritti umani, contro ogni soppruso, sequestro di persona, morre per tortura, come avvenuto a Giulio.
Uno striscione resta un mero pezzo di stoffa gialla, nulla di più.
Ma quello per Giulio appeso sui balconi di migliaia di municipi, misura anche la dignità di una nazione.

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Le ultime puntate

Scarica i podcast più recenti