Terroristi all'attacco in Spagna. Duplice attacco a Barcellona e Cambrils | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Terroristi all'attacco in Spagna. Duplice attacco a Barcellona e Cambrils
Notizie | GR24

Terroristi all'attacco in Spagna. Duplice attacco a Barcellona e Cambrils


Audiostrip:
  • GR24 Terroristi all'attacco in Spagna. Duplice attacco a Barcellona e Cambrils
    Rating:

Due attentati in serie compiuti con la stessa tecnica, con un tributo di vittime molto pesante e inevitabilmente destinato ad aggravarsi. Il mondo ripiomba nell'incubo terrorismo dopo gli attacchi in Catalogna, a qualche ora di distanza l'uno dall'altro, che hanno provocato tredici morti e un centinaio di feriti sulle Ramblas - il cuore turistico di Barcellona - mentre cinque "sospetti terroristi" sono stati abbattuti in un'azione fotocopia nella località balneare di Cambrils. Nel pomeriggio di ieri, intorno alle 17, un furgone noleggiato ha puntato la folla sulle Ramblas, l'arteria più frequentata dai turisti nella metropoli catalana. Un attentato rapidamente rivendicato dallo Stato Islamico, che su internet ha esultato per la perdita di tante vite innocenti. Tra le vittime accertate tre tedeschi e un belga, mentre l'ambasciatore italiano ha dato notizia di tre connazionali feriti. L'uomo alla guida del van è fuggito senza dire una parola dopo aver travolto i passanti che passeggiavano tra i chioschi di fiori e souvenir. Ma altri due sospetti - uno spagnolo e un marocchino - sono stati arrestati dalla polizia in due località che si trovano rispettivamente a 100 e 200 chilometri da Barcellona. Nella notte il copione si è ripetuto a Cambrils, a 120 chilomatri a sud, per fortuna con un bilancio meno terribile. La polizia ha annunciato di aver ucciso cinque "sospetti terroristi". "I sospetti terroristi circolavano a bordo di un'Audi A3 e hanno apparentemente travolto diverse persone prima di urtare una pattuglia dei Mossos d'Esquadra, dopo di che è scattato il conflitto a fuoco", ha annunciato un portavoce del governo regionale. Alcuni di loro indossavano cinture esplosive, ha indicato un portavoce dei Mossos.

A Cambrils, 120 chilometri da Barcellona, attorno all'una di notte un'auto ha tentato di superare un posto di blocco investendo alcuni passanti e un poliziotto. Due persone sono gravemente ferite. L'auto si è ribaltata, alcune delle persone a bordo hanno tentato la fuga a piedi ma polizia ha aperto il fuoco. 4 presunti terroristi sono morti subito, un quinto è spirato durante il trasporto in ospedale. In seguito sono state fatte brillare delle cinture all'apparenza esplosive che i terroristi indossavano. Sono risultate false. Gli attentati di Cambrils e Barcellona vengono ora messi in relazione all'esplosione avvenuta l'altro ieri in una palazzina di Alcanar, sempre nella stessa zona, in cui una persona - non ancora identificata - è morta e ci sono stati diversi feriti. Si pensa ora che in quella casa si stessero preparando degli esplosivi per questi attentati. Dopo i due arresti di ieri oggi è stata fermata una terza persona, a Ripoll, vicino a Girona. La notizia è data dal ministro regionale degli Interni della Catalogna Joaquim Forn. Sempre Forn ha confermato che l'attacco a Cambrils e' legato a quello di ieri pomeriggio sulla Rambla.

FOTOGALLERY

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Le ultime puntate

Scarica i podcast più recenti