Mps, suicida in banca il capo della comunicazione David Rossi | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Mps, suicida in banca il capo della comunicazione David Rossi
Notizie | GR24

Mps, suicida in banca il capo della comunicazione David Rossi

David Rossi, 52 anni

Audiostrip:
  • GR24 La cronaca

    per ascoltare i contenuti multimediali
    installa adobe flash player

    Rating:
  • GR24 Il ricordo di Fabio Tamburini

    per ascoltare i contenuti multimediali
    installa adobe flash player

    Rating:
  • GR24 Il Punto, ore 8.10

    per ascoltare i contenuti multimediali
    installa adobe flash player

    Rating:

David Rossi, 52 anni, capo dell'area comunicazione di Mps, si è tolto la vita mercoledì sera, poco dopo le 21, gettandosi nel vuoto dal suo ufficio della sede di Rocca Salimbeni e finendo in un cortile interno. Inutili i soccorsi dopo l'arrivo del 118. Rossi, che non era indagato, una decina di giorni fa era stato perquisito nell'ambito dell'inchiesta sul Monte dei Paschi. Gli uomini del Nucleo valutario della Guardia di finanza, il 19 febbraio scorso, si erano presentati nel suo ufficio e nella sua abitazione. Nello stesso giorno erano stati perquisiti nuovamente anche l'ex presidente e l'ex dg di Rocca Salimbeni, Giuseppe Mussari e Antonio Vigni. Il ricordo del direttore di Radio24 Fabio Tamburini Non dimentichero' tanto facilmente la serata di ieri e il momento in cui ho ricevuto la notizia della morte di David Rossi, responsabile comunicazione del Monte dei Paschi di Siena. Lo conoscevo bene. E da molti, molti anni. Era, ritengo di doverlo dire, una persona sempre disponibile, educato, gentile e sensibile. Sempre determinato nella difesa del Monte dei Paschi. Il che, piu' volte, ci ha portato a qualche discussione animata. Come e' naturale che sia tra un giornalista e un responsabile della comunicazione. E' chiaro che le inchieste giudiziarie devono fare il loro corso. Ma credo che sia giusto dedicare un ricordo a David Rossi. Un ricordo, e un abbraccio, davvero speciali. Rossi non è stato indagato, ma certo le perquisizioni, fecero notare allora alcune fonti dopo il blitz delle Fiamme gialle, si fanno «a sorpresa» quando si cercano «prove, documenti o riscontri». David Rossi, nato a Siena il 2 giugno 1961, era laureato in Lettere moderne con indirizzo artistico (storia dell'architettura). Giornalista professionista, dal 2006 era responsabile dell'Area comunicazione Gruppo Montepaschi. Strettissimi i rapporti, anche personali, con Giuseppe Mussari: il sodalizio era cominciato dal 2001, quando l'ex presidente di Mps e Abi era a capo della Fondazione, azionista di riferimento con il 34,9% del capitale della banca, e Rossi era il responsabile della comunicazione dell'ente. Aveva gestito, tra l'altro, le campagne pubblicitarie della banca, in particolare la serie di spot "Una storia italiana" diretti dal regista premio Oscar Giuseppe Tornatore. La tragedia a Siena di David Rossi ci riporta all'improvviso in un passato inquietante. Anche gli anni di Tangentopoli furono costellati di suicidi, anche allora c'era chi non resisteva alla pressione o alla disperazione. E dunque abbiamo la conferma che l'Italia è il paese dove il passato non passa mai, dove la transizione è eterna, dove tutto prima o poi ritorna. E' facile ironizzare sulla paralisi permanente del sistema politico, sulla mediocrità dei suoi protagonisti o sull'irrompere in scena dei "clown", secondo il facile sarcasmo di certi osservatori stranieri. Arriva purtroppo il momento in cui la farsa volge in dramma, in cui ciò che fino al giorno prima era teatro leggero può diventare per tutti un incubo. E allora ci si accorge che l'inerzia non è più ammissibile.

discuss
Vedi tutti i commenti
close

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Le ultime puntate

Scarica i podcast più recenti