Il sogno di Ezio Tarantelli che voleva lavoro per tutti. Il libro del figlio Luca Tarantelli | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Il sogno di Ezio Tarantelli che voleva lavoro per tutti. Il libro del figlio Luca Tarantelli
Notizie | italia-in-controluce

Il sogno di Ezio Tarantelli che voleva lavoro per tutti. Il libro del figlio Luca Tarantelli

di Daniele Biacchessi

Audiostrip:
  • Italia in controluce Luca Tarantelli: "Il sogno che uccise mio madre. Storia di mio padre che voleva lavoro per tutti"
    Rating:

Aveva 13 anni Luca Tarantelli il 27 marzo 1985, il giorno in cui un nucleo delle Brigate Rosse spegneva il sogno di riformismo del padre Ezio Tarantelli. 28 anni dopo Luca riannoda per la prima volta in un libro ("Il sogno che uccise mio madre. Storia di mio padre che voleva lavoro per tutti"), la storia sociale degli anni '80 attraverso le idee di Ezio Tarantelli. Il lavoro, prima di tutto, ma anche la giustizia sociale e le leggi realizzate con il consenso delle parti sociali, di tutti.
Luca Tarantelli sarà ospite di Italia in controluce, non per fare memoria del passato, ma per costruire una memoria viva, se non proprio condivisa almeno una memoria di oggi, perché le idee di Ezio Tarantelli restano ancora la base della mancata riforma del lavoro. L'intervista di Daniele Biacchessi a Luca Tarantelli.

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Le ultime puntate

Scarica i podcast più recenti