Scuola. Al via le iscrizioni dalle elementari al liceo. Quale scelta per i nostri figli? Speciale di Radio 24 dedicato a famiglie e ragazzi | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Scuola. Al via le iscrizioni dalle elementari al liceo. Quale scelta per i nostri figli? Speciale di Radio 24 dedicato a famiglie e ragazzi
Notizie | GR24

Scuola. Al via le iscrizioni dalle elementari al liceo. Quale scelta per i nostri figli? Speciale di Radio 24 dedicato a famiglie e ragazzi

di Maria Piera Ceci

Audiostrip:
  • GR24 Speciale di Radio 24
    Rating:

Anche quest'anno è arrivato il momento di scegliere la scuola per il prossimo anno.
Al via le iscrizioni, che si chiuderanno il 6 febbraio. Anche quest'anno la procedura è on line per l'iscrizione alle classi prime della scuola primaria e della secondaria di I e II grado. Già a partire dal 9 gennaio era possibile accedere alla fase di registrazione sul portale www.iscrizioni.istruzione.it.

Le iscrizioni on line riguardano anche i corsi dei Centri di formazione professionale regionali (almeno nelle Regioni che hanno aderito). Per le scuole dell'infanzia la procedura resta invece quella cartacea, mentre per le scuole paritarie, l'Iscrizione on line è facoltativa.

Fin qua tutto facile, il difficile invece è scegliere quale scuola sia meglio per i nostri figli, soprattutto per quanto riguarda la scelta delle superiori che sono chiamati a fare i tredicenni che frequentano la terza media. In molte scuole manca infatti una buona attività di orientamento. Secondo un sondaggio di Skuola.net, in collaborazione con Radio 24, il 20% dei ragazzi in uscita dalla terza media non le ha svolte (1 su 5) e si conferma il gap Nord-Sud. E sono molti gli studenti che non nascondono la loro insoddisfazione: solo il 40% si dice infatti soddisfatto (media nazionale), che percentuali leggermente superiori al Nord. E 1 su 4 tra quelli che hanno svolto attività di orientamento non hanno ricevuto consiglio orientativo (che secondo le direttive Miur sarebbe obbligatorio).

La metà dei ragazzi di terza media intervistati inizia già a pensare al lavoro da fare grande, consapevole che la scelta determinerà il futuro. Futuro al quale si guarda con un po' di preoccupazione: più della metà ha paura di non trovare lavoro (2 su 3) e altrettanti pensano di studiare o lavorare all'estero (la metà di questi lo vede come scenario certo, l'altra metà possibile).

In questo quadro di incertezza, con lo Speciale di Radio 24 con la conduzione di Maria Piera Ceci ci rivolgiamo in particolare alle famiglie che hanno i ragazzi in terza media e devono scegliere la secondaria di secondo grado, la scuola superiore. L'età è quella che è (non più bambini, non ancora adulti) e noi genitori ci facciamo prendere dall'ansia. A Milano sta dilagando il rito degli open day, con ragazzini trascinati da una scuola all'altra in aule magne affollate, dove i presidi espongono il loro paese delle meraviglie, in uno stile di marketing che si fa sempre più raffinato. E poi ci sono le lezioni aperte, gli stage di greco. Insomma, scuole sempre più fantasiose e famiglie un po' travolte dalla vastità dell'offerta.

Cerchiamo allora di darvi qualche consiglio utile. Come scegliere la scuola giusta per nostro figlio? Come fare a riconoscere una buona scuola? Quali sono le caratteristiche da valutare?
In studio i ragazzi di Radio Immaginaria, la dirigente scolastica dell'Alberghiero Carlo Porta di Milano Rossana di Gennaro con Laura Comolo, responsabile dell'orientamento in entrata. Interverranno anche Salvatore Giuliano, dirigente scolastico dell'Istituto Tecnico settore Tecnologico. Liceo delle Scienze Applicate Ettore Majorana di Brindisi, Daniele Grassucci di Skuola.net, Alberto Pellai, psicoterapeuta dell'età evolutiva, Chiara Galdi, insegnante responsabile dell'orientamento della scuola secondaria di 1° grado Italo Calvino all'interno dell'Istituto comprensivo Don Milani di Vimercate, in provincia di Monza e Brianza, Ottavio Fattorini, dirigente scolastico liceo scientifico Labriola di Ostia.

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Le ultime puntate

Scarica i podcast più recenti