Ong Proactiva: "Spari dalla motovedetta libica regalata dall'Italia" | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Ong Proactiva: "Spari dalla motovedetta libica regalata dall'Italia"
Notizie | GR24

Ong Proactiva: "Spari dalla motovedetta libica regalata dall'Italia"

di Valentina Furlanetto

Audiostrip:
  • GR24 Il direttore generale della ong spagnola Proactiva Open Arms, Riccardo Gatti
    Rating:

"La Guardia costiera libica ha sparato contro una nostra nave, la Open Arms" a denunciarlo a Radio 24 è il direttore generale della ong spagnola Proactiva Open Arms, Riccardo Gatti. "E' accaduto sabato mattina mentre la nave era a 12,8 miglia al largo dalla Libia in acque internazionali. Abbiamo ricevuto un messaggio radio dalla motovedetta libica, un messaggio molto aggressivo nel quale ci accusavano di essere collusi con i trafficanti e minacciavano di spararci. In effetti successivamente hanno aperto il fuoco per fortuna senza colpire la nave o l'equipaggio" spiega Gatti. "Il messaggio via radio era molto simile a quello che ci è arrivato da Defense Europe, la nave di estremisti di destra che è al largo della Libia per contrastare le ong. Il direttore della ong spagnola spiega che "la motovedetta che ha aperto il fuoco è una di quelle che l'Italia ha messo a disposizione della Guardia costiera libica a giugno".
Inoltre un'altra nave di questa organizzazione spagnola, la Golfo Azzurro, è bloccata in mare perché non ha avuto l'autorizzazione ad attraccare in Italia. "Siamo stati chiamati da Roma per un soccorso, abbiamo salvato tre migranti libici a metà strada tra Malta e Italia, abbiamo chiesto all'Italia di portarli a Lampedusa , ma ci è stato negato l'attracco, a quel punto abbiamo chiesto a Malta, ma la risposta è stata ancora un rifiuto. Ora siamo bloccati in questo limbo. Assurdo perché abbiamo firmato il codice di condotta italiano sulle ong per dimostrare buona volontà, ma ora ci negano l'arrivo in porto dove dovremmo riportare anche il nostro equipaggio".

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Le ultime puntate

Scarica i podcast più recenti