Via Palestro 25 anni dopo | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Via Palestro 25 anni dopo
Notizie | Effetto giorno

Via Palestro 25 anni dopo

di Daniele Biacchessi

Audiostrip:
  • Effetto giorno le notizie in 60 minuti L'analisi di Daniele Biacchessi
    Rating:

E il 27 luglio 1993, Milano si sta spopolando. Di macchine ne passano poche. Chi resta in citta si gode un po' di fresco nei luoghi di cinema, in quelli di musica. Alle 23.15 tutti i milanesi si fermano. Si sente un rumore lontano, sordo. Un'autobomba esplode in via Palestro, davanti alla Villa Reale. Il Padiglione d'Arte Contemporanea viene distrutto. Moriranno cinque persone. Tre pompieri, un vigile urbano, un immigrato marocchino che dormiva su una panchina del parco. Altre sette persone rimangono ferite, in maggioranza vigili del fuoco e vigili urbani. Pochi minuti dopo la stessa scena si sposta a Roma. Due ordigni esplodono, uno sul retro della Basilica di San Giovanni in Laterano dove ha sede la Curia, l'altro davanti alla chiesa di San Giorgio al Velabro. Nelle stesse ore viene registrato un black out a Palazzo Chigi. La sede del governo. Rimarra isolato per alcune ore. Gli attentati vengono messi subito in relazione a quelli in via Fauro a Roma (14 maggio 1993) e in via dei Georgofili a Firenze (27 maggio 1993, cinque morti).
Via Palestro 25 anni dopo. Oggi noi sappiamo che dalle stragi di Capaci e di via D'Amelio a Palermo fino al mancato attentato allo stadio Olimpico di Roma era in atto una strategia della tensione dove la mafia era soltanto il braccio operativo di una mente ben più raffinata. Oggi sappiamo molto di più di allora, perché quella strategia tra criminali e uomini infedeli dello Stato è descritta bene nell'ultima sentenza sull'eccidio di via D'Amelio dove trovò la morte Paolo Borsellino e la sua scorta.

Guarda ultime puntate
Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Le ultime puntate

Scarica i podcast più recenti