Online da giovedì il portale dell'educazione finanziaria. Magda Bianco (Banca d'Italia) a Radio 24: si chiamerà "Quello che conta" | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Online da giovedì il portale dell'educazione finanziaria. Magda Bianco (Banca d'Italia) a Radio 24: si chiamerà "Quello che conta"
Notizie | Due di Denari

Online da giovedì il portale dell'educazione finanziaria. Magda Bianco (Banca d'Italia) a Radio 24: si chiamerà "Quello che conta"

Sarà online da giovedì il portale dell educazione finanziaria in Italia. Un canale web pubblico che ha l'intento di alfabetizzare gli italiani in tema di finanza e censire tutte le iniziative di formazione e sensibilizzazione in materia presenti sul territorio nazionale. Il portale si chiamerà "Quello che conta", come annuncia in anteprima a Radio 24 Magda Bianco - titolare del Servizio Tutela dei clienti e antiriciclaggio di Banca d'Italia - intervenuta nel corso del programma Due di Denari in diretta dal Salone del Risparmio di Milano. "L'obiettivo - ha precisato Magda Bianco - è di riassumere il tanto che è disponibile (sulla rete e non solo) dando informazioni semplici, però accurate e bene organizzate, fornite in modo indipendente da un insieme di soggetti che stanno nel Comitato e possono validare queste informazioni destinate al grande pubblico, a tutti quelli che ne hanno bisogno, organizzandole in un modo che speriamo sarà fruibile e davvero utile per tutti. Contemporaneamente all'uscita del portale - ha proseguito Bianco - partirà un censimento delle iniziative che esistono già in Italia, con l'obiettivo di raccogliere le buone prassi e di renderle poi disponibili sul portale, perché le persone sappiano chi fa che cosa - ad esempio nella propria città, dietro l'angolo, potendone così beneficiare quando necessario".

Riferendosi poi al lavoro del Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria, presieduto da Annamaria Lusardi, Magda Bianco ha descritto l'avvio di altre attività "che spero ci porteranno ad una serie di iniziative concrete. Abbiamo programmato per ottobre il mese dell'educazione finanziaria, nel corso del quale speriamo di lavorare con le tante forze che già ci sono nel Paese per costruire in modo organizzato e sinergico di messaggi da rivolgere a tutta la popolazione. Stiamo lavorando in modo intenso con il Ministero dell'Istruzione e con i suoi esperti per costruire meglio i tanti percorsi che già ci sono nelle scuole, in modo che siano ancora più efficaci e aumentandone la quantità e la qualità, affinché siano strumenti metodologicamente più solidi per raggiungere i ragazzi e poi stiamo raccogliendo le iniziative che già si fanno, lavorando con i soggetti che già operano per raccogliere buone prassi che già esistono e rialnciarle in modo più strutturato sia per il grande pubblico (speriamo con la Rai) e per i tanti soggetti che hanno esigenze diverse: i luoghi di lavoro, le associazioni che raggiungono particolari categorie di persone (femminili, dei consumatori). Attivando quindi iniziative specifiche e rispondendo alle esigenze dei singoli consumatori e risparmiatori".

Concludendo, con riferimento all'importanza della sensibilizzazione delle categorie fragili, Bianco ha sottolineato che "È importante, a seconda delle categorie, provare a disegnare dei percorsi che facciano capire e che raccolgano le esigenze. A volte si tratta di esigenze che non sono neppure capite, ma che stanno diventando sempre più pressanti in un mondo che è sempre più complesso (sempre più spesso accettiamo di cliccare e di firmare senza sapere cosa stiamo facendo). Abbiamo risorse limitate - i risparmi sono scesi - ed è importante indirizzarli correttamente perché abbiamo un futuro importante di cui tenere conto: per fortuna tutti mediamente viviamo di più, quindi è necessario fare scelte avvedute e pensare al futuro pensionistico", ha concluso.

Rating:

Guarda ultime puntate
Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Le ultime puntate

Scarica i podcast più recenti