Omicidio di Bruno Caccia, ergastolo per Rocco Schirripa | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Omicidio di Bruno Caccia, ergastolo per Rocco Schirripa
Notizie | GR24

Omicidio di Bruno Caccia, ergastolo per Rocco Schirripa

di Daniele Biacchessi

Audiostrip:
  • GR24 L'analisi di Daniele Biacchessi
    Rating:

Il procuratore capo di Torino Bruno Caccia girava per Torino senza scorta, con il suo cane. Diceva che se avessero voluto sparargli lo avrebbero fatto comunque. Il killer della 'ndrangheta Rocco Schirripa, emissario del boss Domenico Belfiore, lo ha atteso sotto la sua abitazione di via Sommacampagna a Torino, la sera del 26 giugno 1983, alle 23,15. 14 colpi di pistola hanno fermato il suo lavoro di segugio contro il terrorismo, la corruzione, le mafie. Lo hanno ucciso nell'ultima ora di una domenica d' estate e di elezioni, in una città blindata da centinaia di agenti e carabinieri sparsi in ogni quartiere per sorvegliare i seggi elettorali. Ci sono voluti 34 anni e Rocco Schirripa, ex panettiere, trasferito negli anni a Milano, è stato condannato all'ergastolo, ma si definisce un caprio espiatorio...


Una giustizia giusta? Per i familiari di Bruno Caccia la verità resta ancora lontana, perché Caccia sarebbe stato eliminato proprio perché ostacolava gli affari del gruppo criminale, mentre altri magistrati dell'epoca sarebbero invece stati più "disponibili" nei confronti dei boss.

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Le ultime puntate

Scarica i podcast più recenti