Il movimento di protesta francese è già diviso | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Il movimento di protesta francese è già diviso
Notizie | Effetto giorno

Il movimento di protesta francese è già diviso

di Daniele Biacchessi

Audiostrip:
  • Effetto giorno le notizie in 60 minuti L'analisi di Daniele Biacchessi
    Rating:

A poche settimane dalla sua nascita, il movimento di protesta francese dei gilet gialli è già diviso tra falchi e colombe.
E questo è accaduto ben prima della deriva violenta dello scorso week end con l'assalto all'Arco del Trionfo e la messa a ferro e fuoco di Parigi, ed è antecedente alla decisione del Governo di avviare una moratoria sull'aumento delle tasse sui carburanti, una delle richieste più importanti del movimento.
Come avevamo scritto qui ad Effetto giorno, proprio all'inizio della protesta, i gilet gialli rappresentano la rivolta del ceto medio francese e di larga parte della popolazione che risiede fuori dalla Capitale.
L'aumento delle tasse sul carburante è solo un pretesto perché il malessere è più forte e radicato.
La destra populista e la sinistra radicale hanno tentato di interloquire con i gilet gialli senza grandi risultati, perché il movimento ha scavalcato i corpi intermedi di rappresentanza come sindacati, partiti, parlamentari.
Neanche è riuscito il tentativo del Governo di avviare un dialogo con dieci portavoce, minacciati anche di morte dall'ala dura del gruppo.
Che fare? Normalmente i movimenti vanno e vengono, e si dissolvono in vari modi: sotto i colpi della dura risposta dello Stato, per implosione e dissoluzione, diventando anch'essi parti del sistema.
E' accaduto in tutto il mondo, accadrà anche in Francia.

Guarda ultime puntate
Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Le ultime puntate

Scarica i podcast più recenti