Formigoni: "Lo scandalo è  Monte Paschi, la banca rossa" | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Formigoni: "Lo scandalo è  Monte Paschi, la banca rossa"
Notizie | 24 Mattino

Formigoni: "Lo scandalo è Monte Paschi, la banca rossa"

di Alessandro Milan

Audiostrip:
  • 24 Mattino "Il vero scandalo è il Monte dei Paschi, la banca rossa"
    Rating:

"Il grande scandalo a 20 giorni dalle elezioni è quello del Monte Paschi, banca rossa. E qui Napolitano ha invitato a silenziare le indagini e le indagini sono state immediatamente silenziate." Questa l'accusa del presidente della Lombardia Roberto Formigoni, ospite di "24 Mattino" su Radio 24. "Si vuol far saltare il sistema Lombardia, in questo vale la regola ferrea della stampa italiana di favorire "Il presidente Napolitano ha messo il silenziatore e le procure hanno alzato il tiro contro il centrodestra"il centro sinistra, è così da 40 anni". Sulle accuse messe a verbale da un funzionario della banca di Sondrio che ha testimoniato di aver ricevuto pagamenti in contanti nell'ufficio del Governatore per poi disporre bonifici alla compagna del presidente, Formigoni ha chiarito: "Questo stesso funzionario dice di non avere ricordo preciso della cosa. Mi sembra poveretto che gli abbiano addirittura messo addosso una microspia. Il funzionario ricorda decisamente male e comunque non è in grado di provare nulla". Respinta anche l'idea che Formigoni abbia beneficiato di vacanze, pranzi, regali gratis: "Io pago tutto – ha detto il presidente lombardo -. La magistratura ha vivisezionato i miei conti correnti negli ultimi 7-8 anni. Come ogni normale cittadino, io contribuisco a pagare l'affitto, le spese di riscaldamento, le spese personali, le spese di vacanza, eventuali pizzerie, ristoranti. Non pagavo quando le cene erano organizzate da Daccò e destinate a centinaia di persone. Le cene erano organizzate dal signor Daccò per le esigenze di pubbliche relazioni del suo lavoro. Talvolta al tavolo sedeva anche Formigoni. Mi scusi, lei quando è invitato al ristorante paga o paga l'amico che l'ha invitato? Io pago tutto, certamente sì, ci mancherebbe altro. Ma la notizia non è questa, la notizia è che qualcuno sostiene il contrario senza avere le prove, ma anzi avendo esaminato i miei conti correnti e avendole nascoste". Formigoni ha anche risposto a una domanda sulla ormai celebre "crema da viso" da 300 euro fatta arrivare dalla clinica Chenot: "Era una medicina - ha detto -. Avevo un'irritazione alla pelle e ho dovuto per un mese utilizzare questa medicina e da qui è saltato fuori che mi facevo pagare le creme. Non è una crema di bellezza, ne avevo urgente bisogno perché stavo per partire per una trasferta e avendola esaurita ho detto al mio segretario di aiutarmi a trovarla in fretta perché non potevo interrompere la cura. Nessun autista è andata a prenderla: l'autista lo uso per le esigenze professionali, non per quelle personali". Formigoni poi ha attaccato Monti: "La sua presunzione è andata via via scemando man mano che la sua proposta trovava meno audience presso gli elettori italiani. Monti si è ridotto a un centrino, con l'ottima compagnia di Fini e Casini. Se la coalizione va sotto il 10% non porta a casa neanche un deputato. Monti non solo non vincerà le elezioni, ma è ridotto a un ruolo di comprimario".

Guarda ultime puntate
Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Le ultime puntate

Scarica i podcast più recenti