Erin Burnett, CNN: "In Italia scioperano tutti tranne le prostitute di Berlusconi" | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Erin Burnett, CNN: "In Italia scioperano tutti tranne le prostitute di Berlusconi"
Notizie | America 24

Erin Burnett, CNN: "In Italia scioperano tutti tranne le prostitute di Berlusconi"

di Mario Platero

Audiostrip:
  • America 24 Erin Burnett, CNN: "In Italia scioperano tutti tranne le prostitute di Berlusconi"
    Rating:

Erin Burnett, anchor woman della Cnn, parla in diretta dell'Italia il giorno dopo il downgrade di Standard & Poor's e sferra un attacco molto pesante all'Italia. "Abbiamo appreso che in Italia il processo sulla Costa Concordia è stato rinviato per lo sciopero degli avvocati. Pare che in Italia sia normale, tanto che sul sito del ministero dei trasporti c'è una sezione dedicata all'annuncio deio prossimi scioperi." La Burnett mette insieme gli scioperi con il declassamento di S&P's "Anche per questro non c'è da sorprendersi del declassamento: quando si è sempre in sciopero poi ci sono queste conseguenze." La stoccata finale è per Silvio Berlusconi: "L'uomo che ha guidato l'Italia per la maggior parte dell'ultimo decennio era forse troppo occupato coi suoi bunga-bunga per accorgersi degli scioperi e trovare una soluzione anche perche non sembra che le sue prostitute avessero scioperato"

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Le ultime puntate

Scarica i podcast più recenti