Caso Fbi/Apple, parla il perito informatico che ha "bucato" l'Iphone della coppia dell'acido | Radio24
Ora in diretta

Condotto da
Caso Fbi/Apple, parla il perito informatico che ha "bucato" l'Iphone della coppia dell'acido
Notizie | GR24

Caso Fbi/Apple, parla il perito informatico che ha "bucato" l'Iphone della coppia dell'acido

Ospite Mattia Epifani, informatico forense

Audiostrip:
  • GR24 "Esistono tecniche per bypassare il codice, ma queste devono essere attuate nell'immediatezza"
    Rating:

"Sapevamo già che Apple non dà il suo supporto dopo IOS7 alle forze dell'ordine e ai tribunali. Sapendo già quella che sarebbe stata la risposta, non abbiamo nemmeno interpellato Apple". Racconta così Mattia Epifani, informatico forense e perito del tribunale di Milano, raccontando come siano riusciti ad accedere all'Iphone di Alex Boettcher, condannato per le aggressioni con l'acido insieme a Martina Levato.

"Abbiamo cercato soluzioni alternative. In questo caso specifico, trattandosi di un telefono sequestrato nel dicembre 2014, quando Boettcher e la compagna sono stati arrestati, questo telefono aveva ancora la versione 8 del sistema operativo, che al momento nel quale è stato sequestrato non era violabile, ma nel frattempo attraverso studi e ricerche fatti in particolare da una società isreaeliana che si chiama Cellebrite, sono riusciti ad individuare delle vulnerabilità del sistema operativo che consentono a loro di ottenere il codice".

Ovviamente non è l'unico caso nel quale si riscontrano queste difficoltà: "E' un problema nel quale noi ci imbattiamo quotidianamente. Per quello che so io in Italia è la prima volta che si utilizza questo servizio su IOS8, non esistono tecniche per bypassare i codici di IO9, fatto dal quale nasce tutta la vicenda. Esistono tecniche per bypassare il codice, ma queste devono essere attuate nell'immediatezza: bisogna operare direttamente sul telefono prima che questo venga spento, appena sequestrato".

Vedi tutti i commenti

Moderazione commenti

Radio 24 invita gli utenti del proprio sito ad un ascolto attivo e partecipativo, pertanto consente e favorisce la pubblicazione di commenti su queste pagine. I commenti sono aperti a chiunque desideri contribuire alla discussione.

I commenti rilasciati dagli utenti sul sito di Radio 24 sono pre-moderati, ovvero è applicata una moderazione preventiva secondo criteri che ne discriminano la pubblicazione.

Criteri di pubblicazione

Sono suscettibili di non pubblicazione i commenti che contengono, nel testo o nel nome dell’autore:

  • Contenuti relativi a tematiche personali con dati sensibili (indirizzi, numeri di telefono, e-mail, ecc.)
  • Critiche palesemente offensive
  • Critiche verso personaggi, ospiti ed altri brand
  • Minacce generiche
  • Minacce dirette a persone
  • Link commerciali che promuovono prodotti o attività anche no profit
  • Link ufficiali di siti web e link a risorse esterne
  • Insulti verso terzi diffamanti
  • Termini volgari, bestemmie
  • Contenuti che incitano alla violenza
  • Contenuti razzisti, sessisti, omofobici
  • Messaggi di spam o spoiler

Radio 24 si riserva la facoltà di modificare liberamente le presenti Note e Condizioni in qualsiasi momento aggiornando questa pagina.


Le ultime puntate

Scarica i podcast più recenti